PNRR – Infrastrutture, Antonio Federico (M5s): “Serve adeguata attenzione ad aree interne e zone montane”

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

DECRETO – “Il Governo non dimentichi le aree interne e le zone montane tra i territori che dovranno godere degli interventi per recuperare il divario infrastrutturale su opere come ospedali, scuole, strade, ferrovie, porti e aeroporti”.

Questa la richiesta avanzata oggi, in commissione Questioni regionali, dal capogruppo M5S Antonio Federico che ha esposto la relazione sul Decreto per la Governance del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza nonché sulle altre misure intraprese per il rilancio del Paese.

“L’articolo 59 del Decreto – spiega Federico – interviene in materia di perequazione infrastrutturale stanziando 4,6 miliardi di euro in 12 anni. Governo e Regioni, quindi, dovranno fare una ricognizione degli effettivi bisogni dei territori e poi definire i criteri per finanziare gli interventi”.

“Ma oltre alle carenze esistenti in tema infrastrutturale – continua il parlamentare M5S – ho rilevato che tra i parametri con cui individuare le opere da realizzare, manca l’appartenenza ad aree interne e zone montane, che necessitano d’interventi come e più delle altre. Se infatti ci si limitasse a definire il fabbisogno di un territorio solo in base alla popolazione o alla densità di insediamenti produttivi, le aree periferiche rischierebbero di rimanere ancora una volta escluse dallo sviluppo al quale tutti stiamo lavorando. Non possiamo permetterlo, conclude Federico – per questo inserirò questa specifica richiesta nel parere che la commissione Questioni regionali dovrà dare al Parlamento”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: