TURISMO – Riapre l’anfiteatro romano di Larino: sulle orme dei gladiatori

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro

LARINO – L’intera area archeologica e l’anfiteatro romano saranno di nuovo aperti al pubblico a partire dal mese di luglio.

Un’ampia area dal notevole interesse storico e culturale torna fruibile al pubblico a Larino, in occasione della stagione estiva.

I prossimi eventi, infatti, avranno luogo in una cornice suggestiva, quella dell’anfiteatro romano e dell’area archeologica di Villa Zappone.

Lo ha reso noto ieri il sindaco di Larino Giuseppe Puchetti, a conclusione dei lavori di pulizia e sfalcio dell’erba che si sono resi necessari negli ultimi mesi. L’intera area archeologica sarà quindi aperta nei mesi estivi ed anche per il resto dell’anno, in quanto la Soprintendenza ha reperito il personale necessario a garantire l’apertura anche nei mesi invernali.

Si tratta di una location d’eccezione, un importante patrimonio archeologico e culturale rappresentato dal sito costruito molto probabilmente tra il 70 ed il 150 d.C.

L’anfiteatro fu edificato grazie alla generosità di un ricco e benestante senatore della cittadina, come attestato dall’iscrizione in pietra su di una delle porte. L’antica Larinum era infatti un centro importante nell’Impero Romano, soprattutto nel II secolo d.C.

Quello di Larino era un teatro di media grandezza: poteva contenere, infatti, circa 15.000 spettatori  ed era destinato principalmente a combattimenti di gladiatori e spettacoli di caccia. Dei quattro ingressi principali, quello a nord costituiva la famosa porta dei gladiatori, dalla quale uscivano gli antichi guerrieri vincenti, mentre quello a sud invece era destinato all’uscita dei gladiatori uccisi e delle carcasse delle fiere.

L’arena, perfettamente conservata, fu utilizzata in età medievale anche come necropoli. Recentemente sono state ritrovate alcune tombe risalenti proprio a questa epoca, corredate da interessanti corredi.

I turisti e i residenti avranno dunque la possibilità di visitare l’arena calpestata dai gladiatori romani, respirare l’aria e l’atmosfera di un sito ricco di storia nel quale migliaia di spettatori si esaltavano durante i giochi e le “venationes”, battaglie nelle quali i gladiatori lottavano contro belve feroci come elefanti, ippopotami, leoni, tori, tigri, pantere, e leopardi.

Nell’annunciare la riapertura, il sindaco Giuseppe Puchetti ha dichiarato: “Grazie alla rinnovata collaborazione con la Soprintendenza tornano ad essere fruibili l’Anfiteatro e l’intera aere archeologica di Villa Zappone.

Gli orari di apertura, valevoli per tutto l’anno, sono dal martedì al sabato dalle 9.00 del mattino alle 15,00.

Dal mese di luglio e, così anche in agosto, l’intera area, sarà invece fruibile sempre dal martedì al sabato dalle 9.00 alle 15.00, compreso il 14 di agosto, mentre le domeniche dalle 9.00 alle 18.00, grazie alla convenzione in essere tra la Soprintendenza e il Comune di Larino.

L’ingresso all’area archeologica è quello principale di Villa Zappone.

Come amministrazione, stiamo poi stilando il cartellone del programma estivo nell’ambito del quale alcuni eventi avranno luogo nella prestigiosa cornice dello storico sito. Il tutto sempre compatibilmente con il rispetto della normativa anti Covid”.

“Promuovere il turismo – ha aggiunto il sindaco Puchetti – vuol dire anche cercare di valorizzare il patrimonio archeologico che la storia ci ha donato. Con volonta’, nonostante la situazione sanitaria che ci siamo lasciati da poco alle spalle, come amministrazione cerchiamo di tenere fede ai nostri impegni elettorali anche quest’anno”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: