Vendita Gemelli Molise, M5S “Se così fosse che sia il pubblico ad acquisire il privato e non viceversa”

gemelli molise
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Si moltiplicano le voci di una vendita del Gemelli Molise da parte della proprietà romana, una decisione se così fosse che spiazza un po’ tutti sebbene su quanto da parecchio circolano rumors di questo tipo e pronti sarebbero alcune strutture private a presentare offerte di acquisto.

Per fare chiarezza il Movimento Cinque stelle in Consiglio regionale ha presentato un’interpellanza urgente affinchè la Regione faccia di tutto “che l’hub regionale, il Cardarelli di Campobasso, sia nel tempo assorbito da Gemelli Molise per poi passare in gestione ai privati che avrebbero già pronte proposte d’acquisto.

Al contrario riteniamo che il pubblico debba riprendersi quanto è stato costruito per gran parte con soldi pubblici.
Il Molise ha bisogno di chiarimenti ma riteniamo che, qualora vi fosse la reale opportunità, la Regione debba acquisire la struttura: sarebbe un’occasione per risolvere alcuni dei problemi organizzativi della sanità pubblica molisana.

La Regione non può restare a guardare così come ha fatto quando c’è stata la trasformazione da Fondazione Cattolica in Gemelli Molise spa con una voltura praticamente automatica degli accreditamenti, in assenza di un organismo che li controllasse. Deve invece giocare da protagonista al tavolo delle trattative facendo pesare ai privati il fatto che i contratti di accreditamento sono scaduti già dal 2018 e, ad oggi, ancora attendono di essere rivisti”.

L’interpellanza nella sostanza è indirizzata al presidente Toma “per chiedere chiarimenti sulla presunta vendita di Gemelli Molise. Vogliamo sapere fin da subito cosa intende fare la maggioranza per scongiurare ulteriori speculazioni sulla sanità pubblica e cosa si sta facendo per promuovere una rilevazione degli asset societari della Gemelli e degli immobili di proprietà dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma.
Insomma: acquisire tutto senza lasciar spazio ad altri privati e concretizzare l’integrazione tra la stessa Gemelli e il Cardarelli, stando però ben attenti che sia il pubblico ad acquisire il privato e non viceversa. Non dimentichiamo, infatti, che l’attuale Gemelli Molise ha sempre attinto a fondi pubblici, sia in fase di costruzione che di esercizio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: