SPORT – Tennis, in Villa De Capoa si assegna il titolo di 4^ categoria

Tennis, Villa De Capoa, titolo
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Dalla fase finale dei campionati regionali di quarta categoria, sono venuti fuori risultati più o meno in linea con le classifiche dei giocatori e che hanno sostanzialmente confermato i livelli già espressi da inizio stagione.

Il campione molisano di serie D verrà premiato sui rettangoli rossi dell’A.T. Campobasso al termine delle ultimissime partite che sono in fase di svolgimento in queste ore: Simone Di Pardo, under 16 del club locale, sembra avere una marcia in più rispetto ai suoi avversari e ha, dalla sua, i favori dei pronostici specie dopo aver liquidato ai quarti Maris De Michele (A.T. Agnone). Sono rimasti in gara, a sbarrare la strada al giovane atleta di Villa De Capoa, Giuseppe Lambiase e Nicola Tullo suoi compagni di club, oltre ad Elio Di Lallo e Daniele Barletta (entrambi dell’Urban Sport). La reginetta di quarta serie verrà, invece, proclamata al termine del match in programma tra Maya Amicone (isernina ma accasatasi in villa De Capoa) e la compagna di circolo Martina Coghi.

Ufficializzato, intanto, l’ultimo torneo estivo prima del tennis di alto livello messo in calendario a fine agosto (l’edizione 2021 dell’Open da 5000 euro di montepremi è già realtà). A partire dal prossimo 18 luglio sarà ancora l’A.T. Campobasso ad ospitare i campionati regionali assoluti, aperti stavolta anche agli atleti di terza categoria. Tra questi ci saranno quasi sicuramente Vittorio Berzo, Alessandro Aufiero (entrambi tesserati per l’A.T. Campobasso) e Alberto Mastrangelo (A.T. Termoli).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: