VENAFRO – Finalmente i tavolini delle feste: noccioline, panini, bibite, gelati. Sono tornate le feste popolari!

festa madonna del carmine venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

VENAFRO – Che bello! Sono tornate le feste popolari! La “prima” ieri a Venafro con la vigilia della Madonna del Carmine che si celebra ufficialmente oggi e d’ora innanzi, vogliamo credere, a seguire tutte le altre feste popolari dei Comuni molisani ovviamente con le dovute accortezze e limitazioni per ridare il sorriso alla gente ed il lavoro a quanti dalle feste popolari ricavano lavoro, sostentamenti ed entrate economiche per le loro famiglie.

Ma torniamo alla “prima” di Venafro. Di primo mattino i fuochi pirotecnici, quindi i giri cittadini della banda musicale, nella prima serata celebrazioni in Cattedrale officiante Don Salvatore Rinaldi, quindi la cerimonia dello storico “Scapolare” per la devozione delle aderenti all’Ordine delle Carmelitane ed in serata finalmente in tanti, ma senza assembramenti, ai tavolini ed agli stand ambulanti del rione Ciaraffella, mentre i Carabinieri in servizio osservavano sulla regolarità del tutto. Finalmente i tavolini delle feste cittadine! Noccioline, un panino, un bicchiere di birra, una bibita, un gelato ma soprattutto evidentissima la chiara voglia di tutti d’incontrarsi, sorridere, socializzare e trascorrere del tempo assieme e in tutta tranquillità, lasciandosi finalmente  alle spalle paure e remore da covid, mentre tutt’intorno si lavorava, si guadagnava e la soddisfazione degli ambulanti si tagliava a fette. Niente di particolare, cioè, ma sul volto di ciascuno il desiderio di ripartire e riprendersi, ossia tantissimo. E tanti fanciulli e giovanissimi a giocare in strada, dinanzi al laghetto, a rincorrersi e divertirsi. Ecco “il miracolo” della festa popolare, che indistintamente tutti aspettavano a braccia aperte! Ed oggi gran chiusura ancora con fuochi pirotecnici di primo mattino, banda musicale per strade e piazze della città, fiera di merci varie da Ciaraffella alla periferia ovest di Venafro, quindi sante messe nel corso della mattinata in Cattedrale, nella prima serata solenne concelebrazione presieduta dal Vescovo Diocesano Mons. Cibotti e dalle h 21,30 all’esterno della stessa Cattedrale e con gli opportuni distanziamenti l’atteso “II° Concerto alla Vergine” con arie di opere, operette, romanze, canzoni internazionali e melodie napoletane coi soprani Antonella Inno e Federica D’Antonino, il baritono Maurizio Esposito, il tenore Ivan Lualdi, il pianista Carlo Feola, la flautista Cinzia Iannetta, il chitarrista Aldo Leccese e il fisarmonicista Leonardo Prezioso presentati dall’attore/regista venafrano Gianni Di Chiaro. E in chiusura i fuochi pirotecnici conclusivi nel cielo della Cattedrale. Perciò bentornata festa popolare in onore della Madonna del Carmine a Venafro, quale preludio a tant’altri appuntamenti estivi analoghi ed auspicio della migliore ripartenza per tutti.

                                                                                                                                                         Tonino Atella

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: