OLIMPIADI – Un bronzo che vale oro, l’impresa di Maria Centracchio

Maria Centracchio
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

TOKYO – La judoka molisana conquista la medaglia di bronzo sconfiggendo in una finale esaltante l’olandese Franssen.

Un’impresa storica quella di Maria Centracchio, la prima molisana della storia a partecipare alle olimpiadi.

La Judoka di Isernia ha conquistato il bronzo alle olimpiadi di Tokyo nel Judo -63 Kg. L’atleta isernina ha tenuto un’intera nazione con il fiato sospeso, rendendosi protagonista di un percorso esaltante durante il quale è stata sconfitta solo dalla campionessa olimpica di Rio 2016, la slovena Tina Trstenjak.

La judoka molisana ha messo in evidenza le sue doti proponendo costantemente un ritmo alto e una tattica di attacco rivolta a sfiancare le avversarie. Il percorso di Maria, già vincitrice del bronzo agli Europei del 2019 a Minsk, è stato esaltante: Ippon alla Nomenjanahary (Madagascar), Ippon negli ottavi all’ungherese Ozbas e capolavoro finale contro Agata Ozdoba-Blach, che aveva eliminato la giapponese Tashiro, idolo di casa crollata in un pianto disperato per la sconfitta.

In semifinale, il suo stile e la sua interpretazione del judo si sono però scontrati con la solidità e la grande esperienza della campionessa slovena Trstenjak, che ha eliminato una dopo l’altra la coreana Han, la spagnola Cabana Perez e la venezuelana Barrios.

Nella finale per il bronzo la Centracchio ha sfidato l’olandese Juul Franssen al Nippon Budokan di Tokyo, sul tatami olimpico, avendo la meglio dopo un combattimento combattuto ed equilibrato, concluso dopo i tempi regolamentari, a seguito della squalifica determinata dalle tre penalità commesse dalla judoka olandese.

Un combattimento nel quale è emersa tutta la grinta e la voglia di vincere della  Centracchio che è partita subito forte, attaccando con vigore la judoka olandese,  apparsa in difficoltà dinanzi all’aggressività di Maria che ha dominato ma non è riuscita a chiudere i conti se non prima del golden score. Nelle ultime fasi del combattimento, Maria è una furia, per un pelo non riesce a girare l’avversaria finchè con uno “shido” riesce a conquistare  uno splendido bronzo.

La 26enne di Isernia ha festeggiato in lacrime quello che è un successo storico che rende onore ad un’intera Regione. Si tratta infatti della decima medaglia per l’Italia alle olimpiadi di Tokyo e la prima in assoluto mai conquistata da un atleta molisana. Maria, 26 anni, appartenente alle Fiamme Oro Roma, ha firmato una vera impresa partendo dal numero 27 del tabellone.

Poche ore prima della finale, il Comune di Rocchetta a Volturno ha annunciato che conferirà a Maria Centracchio la cittadinanza onoraria, omaggiando anche il padre, Bernardo, originario del paese e primo maestro dell’atleta. “La partecipazione di Maria – si legge in una nota del Comune – è una preziosa testimonianza di quanto sia importante non arrendersi mai”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: