CRONACA – Agricoltore innesca un incendio, denunciato dai Forestali

pasta La Molisana
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud

LUCITO – I Carabinieri Forestali hanno individuato il responsabile di un incendio divampato il 24 luglio a Lucito.

“Nella giornata odierna, i militari della stazione Carabinieri Forestali di Petrella Tifernina hanno sferrato un ulteriore colpo agli incendiari, individuando il responsabile dell’incendio divampato lo scorso 24 luglio scorso a Lucito, in località Sant’Angelo Altissimi”. Lo si apprende dal comunicato dei Carabinieri Forestali Abruzzo e Molise, Compagnia di Campobasso che spiega:

“Il tempestivo intervento della pattuglia ha permesso di svolgere nell’immediatezza le prime attività di indagine, per accertare, attraverso l’analisi delle evidenze fisiche, l’origine dell’incendio e individuarne le cause nonché raccogliere gli elementi circa il presunto autore.

L’uomo, intento a lavorazioni agricole del proprio fondo con mezzi meccanici, ha innescato le fiamme sfregando un masso con le lame di una trinciatrice agricola, causando la formazione di scintille che hanno acceso le stoppie lasciate sul terreno stesso.

Le fiamme poi sfuggite al controllo, hanno coinvolto un’area boscata e seminativi, interessando una superficie di circa 51 ettari complessivi”.

Già nei giorni scorsi i Forestali della stazione di San Giuliano del Sannio avevano “deferito un uomo responsabile del reato di incendio boschivo commesso nel territorio di Cercemaggiore”.

I Carabinieri Forestali, chiamati a vigilare sul fenomeno, “invitano tutti al doveroso rispetto delle norme in materia e all’adozione di comportamenti prudenti e rispettosi dell’ambiente ricordando che gli eventi di incendio possono determinare notevoli danni a tutte le componenti ecosistemiche con compromissione dell’equilibrio idrogeologico del territorio”.

I militari dell’arma comunicano che “La violazione delle norme oltre a comportare sanzioni amministrative importanti, può determinare l’incriminazione per il reato di incendio boschivo punito, ai sensi dell’art. 423 bis del Codice Penale, con la reclusione da 1 a 5 anni, se colposo, e da 4 a 10 anni se doloso”

M.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: