SANITA’ – Toma presenta il POS: “Più di novecento assunzioni in tre anni”

Donato Toma Commissario ad acta Sanità Molise
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
pasta La Molisana

CAMPOBASSO – Presentato dal Commissario ad Acta Donato Toma nel corso di una conferenza stampa tenutasi stamattina nella sala del parlamentino della Giunta regionale il Piano operativo  per la Sanità.

In una lunga  conferenza stampa il Presidente e neo Commissario alla sanità Donato Toma, affiancato dal sub Commissario Annamaria Tomasella e dal Direttore Regionale della Salute Lolita Gallo, ha presentato il Pos  2019-2021.

Il piano, che come ha spiegato Toma, era già stato in parte redatto dall’ex Commisario Giustini. ha subito solo alcuni interventi definiti “di aggiustamento”.

Nell’illustrare gli obiettivi prefissati nel documento strategico adottato, Toma ha evidenziato il ruolo sinergico che dovranno avere la sanità pubblica e privata:

“La sanità molisana deve essere unica, il pubblico ha la regia mentre il privato deve assumere un ruolo complementare nel senso che dovrà esserci un’integrazione funzionale. Significa che i servizi che può erogare la sanità pubblica verranno forniti direttamente mentre quelli che non possiamo erogare, ma che ha la sanità privata, saranno acquisiti”.

Fondamentale, ha spiegato Toma, anche il potenziamento del sistema di prevenzione attraverso un miglioramento della rete territoriale. A tal proposito il Commissario ha assicurato che non ci sarà nessuna riduzione nei servizi attualmente offerti dalle strutture ospedaliere, con particolare riferimento al punto nascite di Termoli, al reparto di oncologia di Isernia e all’ottenimento per il Cardarelli di Campobasso della qualifica di Dea ospedaliero di secondo livello: “Al Molise non si toglie nulla, semmai si aggiunge. Niente verrà sottratto”.

Per il perseguimento di questi obiettivi, il Pos prevede ben 930 assunzioni nel prossimo triennio.

Nell’esporre le linea guida e gli interventi in materia di sanità previsti dal Pos, Toma ha anche posto l’accento sugli investimenti necessari per poter ottenere quanto previsto dal piano. In particolare sono previsti 120 milioni di euro per “progetti e importanti lavori da fare, a partire dall’adeguamento sismico”. Nello specifico, Toma ha parlato di 14 milioni per Termoli e 100 milioni per Isernia già previsti dal Pnrr.

Infine, anche un accenno alle polemiche politiche sorte in Consiglio regionale: “Come Commissario rispondo al Governo, non al Consiglio regionale”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: