Assicurazione autocarro: come funziona e quando sottoscriverla

Assicurazione, autocarro, 6sicuro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
pasta La Molisana

Assicurazione autocarro: come funziona e quando sottoscriverla

Per i veicoli utilizzati per scopi commerciali è possibile stipulare un’assicurazione autocarro, una polizza caratterizzata da alcuni benefici economici e fiscali importanti rispetto alle classiche coperture RC auto.

Per questo motivo non è raro che vengono classificati come autocarri mezzi che in realtà sono usati con altre finalità, una condizione punita dall’articolo 82 del Codice della Strada con la sospensione della carta di circolazione e una multa di 1.500 euro.

Ad ogni modo, prima di sottoscrivere una polizza autocarro è fondamentale sapere cos’è esattamente e come funziona, valutando anche quali sono le diverse soluzioni assicurative disponibili per questi veicoli lavorativi.

La copertura è infatti obbligatoria, in quanto tutti i mezzi con una massa fino a 35 quintali adoperati per il trasporto di cose e persone devono essere assicurati con un’apposita polizza di responsabilità civile.

Come funziona la polizza autocarro

Nel dettaglio, questa polizza deve essere stipulata per tutti i veicoli inquadrati come autocarri, secondo la definizione prevista dall’articolo 54 del Codice della Strada. In alcune circostanze anche dei mezzi differenti, come SUV e pick-up, possono essere immatricolati come degli autocarri, purché la destinazione d’uso sia compatibile.

Il premio assicurativo dell’assicurazione autocarro dipende innanzitutto dalla massa del veicolo, infatti maggiore è la portata e il peso del mezzo più alto è ritenuto il rischio di incorrere in un incidente.

La polizza, inoltre, prevede un numero massimo di sinistri stradali che possono essere risarciti, in genere due o tre all’interno dello stesso anno. Dopodiché, è necessario valutare a seconda dell’assicuratore le condizioni applicate per il mantenimento della copertura.

Anche la classe di merito dell’assicurazione autocarro è differente rispetto a quella delle auto e delle moto. In queste ultime la classe assicurativa è legata al contraente, perciò anche se si cambia autoveicolo è possibile tenere la stessa classe di merito acquisita. Con gli autocarri, invece, è vincolata al mezzo, in quanto di norma questi veicoli sono guidati da un numero elevato di persone, perciò risulta più efficiente per le compagnie abbinare la classe di merito all’autocarro e non al soggetto che stipula la polizza.

Tra i vantaggi delle assicurazioni autocarro c’è un premio assicurativo più basso in confronto alle RCA, poiché essendo calcolato sulla portata del veicolo e non sulla cilindrata permette spesso di risparmiare sull’importo da pagare alla compagnia. Oltre al sistema di calcolo, la polizza prevede anche dei benefici di natura fiscale, con la possibilità di portare alcuni costi ai fini della detrazione IVA e della deducibilità IRES.

Cosa valutare nella scelta della polizza autocarro

Per un’azienda, una ditta o un professionista è importante contenere i costi assicurativi, scegliendo con attenzione la polizza autocarro migliore per risparmiare.

Per farlo bisogna innanzitutto richiedere diversi preventivi online, per confrontare le coperture proposte dalle compagnie assicurative e valutare il prodotto più conveniente. Allo stesso tempo, è necessario stare attenti alle truffe online, affidandosi ai portali degli assicuratori autorizzati oppure ai servizi online dei broker assicurativi iscritti a RUI.

Inoltre, è possibile stabilire delle franchigie nel contratto assicurativo, ovvero degli importi entro i quali non scatta il risarcimento da parte della compagnia e bisogna pagare di tasca propria.

Una somma modesta, infatti, rischia di far perdere molti più soldi con l’aumento della classe di merito e l’incremento del premio assicurativo. Meglio dunque, in queste circostanze, farsi carico del pagamento e risparmiare nel lungo termine sulla polizza.

Essendo l’assicurazione autocarro calcolata in base alla portata massima del mezzo, per ottenere una polizza non troppo costosa è importante scegliere il veicolo giusto con cui svolgere l’attività lavorativa.

A differenza degli autoveicoli privati, in questo caso la massa del mezzo è un fattore rilevante, quindi è indispensabile trovare un autocarro con il quale realizzare i vari compiti, ma senza che il veicolo abbia una portata eccessiva, altrimenti causerà soltanto costi superiori per l’assicurazione e i consumi di carburante.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: