CARABINIERI – Rocambolesco inseguimento, recuperata auto rubata: ladro in fuga nelle campagne

CARABINIERI, inseguimento, auto rubata, ladro, fuga, campagne
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
vaccino salva vita
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
pasta La Molisana

TERMOLI – I Carabinieri della Compagnia di Termoli dopo un rocambolesco inseguimento a forte velocità, recuperano un’autovettura rubata poco prima.

Nella notte tra sabato e domenica, nel corso di un servizio esterno di controllo del territorio, una pattuglia del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Termoli incrociava un SUV in transito nella periferia di Termoli il cui conducente, alla vista del veicolo militare, accelerava repentinamente imboccando la S.S. 16 in direzione sud nel chiaro tentativo di sottrarsi al controllo.

Ne scaturiva subito un inseguimento per circa 3 chilometri, conclusosi in Campomarino quando il fuggitivo, abbandonata l’autovettura su una strada sterrata ubicata in prossimità della S.P. 40, riusciva a fuggire a piedi per le campagne limitrofe facendo perdere le proprie tracce, favorito anche dal buio e dalla presenza di una fitta vegetazione, nonostante le ricerche avviate sin da subito dall’Arma.

Gli immediati accertamenti consentivano quindi di appurare che l’autovettura in questione era stata poco prima rubata da ignoti malfattori mentre la stessa si trovava parcheggiata su pubblica via alla periferia di Termoli, in prossimità dell’abitazione del proprietario della stessa.

Nella circostanza veniva inoltre rintracciato quest’ultimo, che ancora non si era effettivamente accorto dell’ammanco, al quale – dopo i dovuti rilievi ed adempimenti del caso – veniva restituito il mezzo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

error: