CALCIO C – Campobasso alla prova del 9: domenica a Monopoli, fra 9 giorni arriva il Bari e poi la Turris in trasferta

vaccino salva vita
pasta La Molisana
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Per il Campobasso la trasferta di Monopoli apre una serie di partite impegnative. Dopo la trasferta pugliese, ci saranno il Bari al Selvapiana e la Turris in trasferta a conferma di un calendario non proprio agevole per i rossoblù.

Da quello che si è visto i lupi sembrano trovare gli stimoli giusti proprio nelle sfide di alta quota, Avellino e Juve Stabia ne sanno qualcosa. La gara del Veneziani manca da 31 anni: da quando i pugliesi condannarono la “morente” squadra di Molinari al fatidico spareggio di Catanzaro poi perso malamente per 4-1. Nella testa dei tifosi rossoblù ci sono ancora le immagini delle lacrime e degli striscioni bruciati, finiti in fumo come i sogni di gloria di un’intera regione. Dalla partita del Ceravolo le due squadre non si sono mai più incrociate, il Monopoli ha sempre guardato i rossoblù dall’alto di una serie C riconquistata recentemente dopo il ripescaggio del 2015. I biancoverdi non hanno mai sfigurato, centrando più volte i playoff  e regalando numerose soddisfazioni ai propri tifosi. Fin qui quattro vittorie, un pareggio e due sconfitte permettono agli adriatici di veleggiare in seconda posizione, proprio dietro il Bari uscito vittorioso dal derby di domenica scorsa. In attacco i monopolitani hanno gli elementi più rappresentativi. Gandolfo (ex Bari in serie A), D’Agostino e Starita (capocannoniere del girone con cinque gol) garantiscono un peso specifico non indifferente.
Insomma per il Campobasso non sarà proprio una passeggiata di salute, ma l’undici di Cudini dopo la partita contro la Paganese sembra aver trovato la serenità giusta per poter affrontare chiunque senza timori reverenziali. Bontà e compagni hanno dimostrato che con la giusta mentalità è possibile dar del filo da torcere a chiunque. Il modulo del tecnico marchigiano è collaudato e ben oliato, adatto a tutti gli uomini presenti in rosa. Da domenica torneranno tra i convocati ben tre assenti dell’ultima giornata: Parigi, recuperato dopo l’affaticamento, Sbardella e Giunta saranno a disposizione anche se difficilmente cambierà qualcosa nella formazione iniziale. Raccichini ha dimostrato di essere cresciuto molto rispetto alla scorsa stagione e sarà lui a difendere la porta ospite. Dalmazzi e Menna offrono ampie garanzie come coppia centrale e daranno manforte agli esterni Pace, abile a conquistarsi un posto da titolare a discapito di Vanzan, e Fabriani, tornato in forma dopo i tre turni di squalifica. A centrocampo il trio Bontà, Candellori, Tenkorang sembra al momento inattacabile, almeno fino al ritorno di Ladu previsto per fine ottobre. In attacco Rossetti, vicecapocannoniere del girone, è inamovibile. A creargli gli spazi giusti ci penseranno Vitali e Di Francesco, entrambi protagonisti dell’ultima partita al Romagnoli.
Alle 17.30 arbitrerà Ricci di Firenze, diretta su Eleven Sports e Sky.
Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Pasqua

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Pasqua
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
error: