CALCIO C – La capolista Bari al Selva Piana, una partita da tutto esaurito

mama caffè bar venafro
pasta La Molisana
vaccino salva vita
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Attesa spasmodica per Campobasso-Bari.

La nona giornata rappresenta un banco di prova per entrambe le squadre. Da una parte il Bari chiamato a confermare le proprie doti di leader del girone C, dall’altra il Campobasso pronto a dare battaglia per dimostrare di essere la matricola terribile che tutti temono. Ne sanno qualcosa anche i tifosi di entrambe le formazioni.
Polverizzati sia i 250 biglietti ospiti che i biglietti a disposizione per la parte superiore della Curva Nord Scorrano. Si attendono circa cinquemila spettatori per una gara di altri tempi che manca dal lontano 1987. L’ultima al Romagnoli, nella stagione che poi decretò la fine dei sogni di gloria del presidentissimo Molinari, ha visto prevalere i rossoblù con un gol su rigore di Vagheggi.
I biancorossi arriveranno in Molise vogliosi di continuare la serie positiva che dura dall’inizio del campionato, sei vittorie e due pareggi fanno sì che il team guidato da mister Mignani (ex Modena e Siena) guidi incontrastato la graduatoria guardando dall’alto tutte le dirette concorrenti lontane più di qualche punto. La solidità dei galletti è cosa nota, difesa granitica con soli cinque gol subiti, centrocampo e attacco composti da calciatori esperti e valide alternative. Le velleità di vittoria sono risapute, i pugliesi del presidente De Laurentis cercano invano di approdare in serie B da alcuni anni e questo potrebbe essere proprio l’anno giusto. Di sicuro non ci sarà Scavone nell’undici titolare. Il centrocampista ex Pordenone e Lecce rimarrà a casa per qualche settimana in attesa di recuperare la distorsione alla caviglia subita nell’ultima gara contro la Turris. A quanto pare anche il molisano Mirko Antenucci non partirà dal primo minuto, ma sarà pronto a subentrare a partita in corsa.
Nello spogliatoio di Selvapiana il morale è sicuramente alto. Due vittorie consecutive contro avversarie ostiche hanno fatto lavorare il gruppo in maniera tranquilla, con il sorriso stampato sulla faccia. La voglia di fare lo sgambetto alla prima della classe è forte. Cudini non cambierà il suo modulo, rimanendo fedele al 4-3-3 che finora gli ha permesso di bilanciare al meglio bel gioco e risultati, nonostante le pecche contro Taranto e Andria. Oltre all’assenza di Ladu che dovrebbe finalmente tornare disponibile a fine mese, due sono i dubbi: Menna e Fabriani, entrambi alle prese con qualche fastidio. Il dubbio più grande riguarda l’esterno destro, ancora frastornato dopo la spaventosa caduta sul terreno di Monopoli. La formazione sarà quella classica con Raccichini tra i pali, Pace a sinistra, Dalmazzi e Menna (o Magri) al centro e Fabriani (o Sbardella) sulla destra. A centrocampo verrà confermato il trio Bontà, Candellori e la “sorpresa” Tenkorang. In attacco Rossetti la spunterà sul rientrante Parigi e verrà coadiuvato da Di Francesco e Vitali suglie esterni.
Appuntamento alle 14.30 con il fischio d’inizio del signor Feliciani di Teramo, la sfida andrà in diretta su Eleven Sports e su Sky Sport.
Andrea Zita

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: