CALCIO C – Fa tutto il Picerno, prima l’autorete e poi va a prendersi il pari

Serie C, Campobasso, Picerno, autorete, pari
pasta La Molisana
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
vaccino salva vita

CAMPOBASSO – Pari e patta al Romagnoli tra Campobasso e Picerno, al termine di una partita sostanzialmente equilibrata. E il risultato, alla fine, è lo specchio di ciò che si è visto in campo.

L’1 a 1 finale interrompe la striscia di 3 vittorie consecutive del Picerno e dà continuità ai risultati positivi del Campobasso.

Il tecnico dei lucani, Palo, si affida al solito 4-4-2 per contrastare i rossoblù che, al contrario, scendono in campo con il collaudato 4-3-3 nel quale non figura capitan Bontà, appiedato in settimana dal giudice sportivo, ed il suo posto in mediana viene preso da Nacci. Novità anche in attacco dove Parigi sostituisce Rossetti e Emmausso viene schierato al posto dell’indisponibile Di Francesco.

Primo tempo tutto del Campobasso che dà l’impressione di avere vita facile contro un Picerno che non riesce mai a rendersi pericoloso dalle parti di Raccichini. Baricentro altissimo degli uomini di Mister Cudini che pressano sin dall’inizio gli avversari rendendosi pericolosi con Emmausso, Liguori ed ancora Emmausso nei primi 10 minuti di gioco. La pressione del Campobasso viene premiata al 16’ quando Ferrani, nel tentativo di spazzare di testa un pericoloso cross di Liguori, provoca l’autogol che porta in vantaggio i rossoblù.

I primi 45 minuti di gioco sono un monologo degli uomini di Cudini che, tuttavia, non riescono a piazzare il colpo di grazia nonostante i vari tentativi affidati ai piedi di Liguori e Candellori, apparsi tra i più brillanti della loro squadra.
Solo nel primo dei 3 minuti di recupero concessi dall’arbitro, il sig. Scarpa di Collegno che non ha avuto problemi a dirigere una gara corretta, si è assistito all’unica conclusione degna di nota degli ospiti, affidata ad una vecchia conoscenza della serie A, ovvero Reginaldo, che molti ricorderanno con le maglie – tra le altre – di Parma e Fiorentina.

Al ritorno in campo cambia tutto e si assiste ad una partita completamente diversa grazie anche all’intuito di Mister Palo che richiama uno spento Vivacqua per dare spazio a Terranova. Un cambio non di poco conto perché consente a Reginaldo di spostarsi in attacco e da questo momento in poi e proprio il Picerno a fare la partita, a rendersi pericoloso in un paio di circostanze e a trovare il pareggio con Gerardi bravo a depositare in fondo al sacco un pallone capitatogli sui piedi sugli sviluppi di un calcio d’angolo.

Raggiunto il pareggio i lucani non si chiudono ma continuano a giocare a viso aperto, senza lasciare spazi al Campobasso che nella seconda frazione di gioco riesce a concludere in porta una sola volta con Rossetti, subentrato a Parigi.
E così al 95’ l’arbitro Scarpa decreta la fine della contesa, mettendo il sigillo su un risultato di parità apparso giusto e che consente ad entrambe le formazioni di fare un piccolo ma importante salto in avanti in classifica.

Luca Marracino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: