ISERNIA – Aria di crisi a Palazzo San Francesco? Il caso dell’assessore Leda Ruggiero scuote la maggioranza

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica

ISERNIA – Il caso dell’assessore esterno Leda Ruggiero sta mettendo in fibrillazione il centro-sinistra e la Giunta guidata dal sindaco Castrataro.

L’assessore esterno Leda Ruggiero, con delega alle Politiche Sociali, Istruzione e Pari Opportunità, è stata nominata dal sindaco Piero Castrataro. Fin qui tutto regolare se non fosse che la Ruggiero è stata eletta nel consiglio direttivo di Azione, partito di Carlo Calenda, facendo presupporre che Azione faccia parte della maggioranza di centro-sinistra senza aver partecipato al voto.

All’indomani di questa elezione nel consiglio direttivo di Azione, ecco che da parte dei 5 Stelle partono le prime cannonate nei confronti della Ruggiero, ma soprattutto di Castrataro, reo di averla nominata assessore esterno. Da premettere che Leda Ruggiero era già iscritta al partito di Carlo Calenda prima delle comunali, ma non si comprende il perché il caso sia scoppiato solo ora e, casualmente, dopo la sconfitta subita dal centro-sinistra alle provinciali di Isernia.

In una riunione di maggioranza tenutasi nella serata di ieri, giovedì 20 gennaio, i 5 Stelle avrebbero chiesto l’immediata revoca dalla Giunta dell’assessore esterno Leda Ruggiero. I grillini sarebbero talmente adirati, per quanto accaduto, al punto di minacciare un eventuale passaggio all’opposizione. Un bella gatta da pelare per Castrataro che deve fare i conti anche con i mal di pancia della sinistra radicale per quanto accaduto alle provinciali.

Tutto questo accade dopo solo cento giorni dall’insediamento della nuova amministrazione. A quanto riferiscono i ben informati, il sindaco Castrataro, potrebbe chiedere all’assessore esterno Leda Ruggiero di dimettersi dai quadri dirigenti del partito Azione. Questo vuol dire che comunque resterebbe in Giunta? I 5 Stelle berranno l’amaro calice o insisteranno per la revoca dell’incarico?

Uno strappo così lacerante metterebbe seriamente a rischio il prosieguo di questa legislatura. Se si comincia con i diktat fin da ora cosa potrebbe accadere in futuro? A prescindere da cosa farà l’assessore esterno Leda Ruggiero, rimane il fatto che nella coalizione di centro-sinistra si è aperta una ferita che difficilmente si rimarginerà con un paio di punti di sutura.

Nel frattempo Pd, Volt e Isernia Futura non si pronunciano sul caso e attendendo le mosse del primo cittadino. Il centro-destra, al contrario, chiede un chiarimento sulla nomina degli assessori esterni e lo fa con una interrogazione a firma dei consiglieri comunali Filomena Calenda e Linda Dall’Olio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
fabrizio siravo assicurazioni
error: