Giornata della Memoria, assessore Calenda “Il ricordo è un dovere perchè l’orrore non deve ripetersi”

Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

CAMPOBASSO – Nella Giornata della Memoria l’assessore regionale Filomena Calenda così interpreta la ricorrenza di un periodo storico così nefasto.

“Il ricordo è un dovere. Perché l’orrore non deve ripetersi e perché ogni manifestazione di antisemitismo, di razzismo in tutte le forme, sia sempre condannata e messa al bando”.

Sono le parole dell’Assessore regionale alle Politiche sociali Filomena Calenda in occasione della “Giornata della memoria” che si celebrerà domani.

“La Giornata della memoria, deve invitarci a riflettere sulla Shoah, sullo sterminio degli ebrei, di un intero popolo; organizzato dal nazismo: un evento che non trova paragoni di crudeltà nella storia – continua l’Assessore –
Abbiamo il dovere di ricordare perché la sciagura che accadde quegli anni per mano dell’uomo, che uccise sistematicamente sei milioni di ebrei, cioè la maggior parte degli ebrei che allora vivevano in Europa, rende quel crimine quasi incredibile: ‘meditate, che questo è stato’, è il monito che ci ha lasciato Primo Levi”.

“Ricordiamo – conclude la Calenda –  i colpevoli: l’ideologia razzista di Hitler e coloro che furono gli strumenti e i collaboratori che resero possibile, anche in Italia, le deportazioni. Ma è doveroso ricordare anche le persone giuste che agirono secondo coscienza ascoltando quello spirito di umanità che oggi ci permette di rammentare i nomi e i volti di migliaia di italiani, funzionari, militari, semplici cittadini che in ogni regione d’Italia ma anche oltreconfine in Jugoslavia, nel Sud della Francia, in Grecia, salvarono, a rischio della loro stessa vita, la vita di migliaia di ebrei, italiani o stranieri”.

“La democrazia, la giustizia, la solidarietà, la condivisione, l’amore per il prossimo che ci è stato insegnato siano la nostra forza, riflettendo sul passato, guardando a un futuro che dobbiamo impegnarci a costruire, tutti, indistintamente, seguendo i valori della pace, della concordia, del rispetto”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: