Regione, progetto E-Citijens: docenti e studenti “sensori attivi” per agevolare gli interventi di soccorso

La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande
Smaltimenti Sud

CAMPOBASSO – Docenti e studenti diventano i sensori attivi delle emergenze attraverso i social per agevolare gli interventi di soccorso. Il fine è quello di monitorare il territorio attraverso l’uso consapevole dei social ed in questa direzione va la collaborazione avviata tra l’Ufficio Scolastico Regionale e la Protezione Civile del Molise.

Negli scorsi giorni si è tenuto online il primo appuntamento formativo organizzato dall’Ufficio Scolastico Regionale, che ha coinvolto i docenti-animatori digitali di tutte le scuole molisane e i rappresentanti della Protezione Civile.
Nei prossimi giorni è previsto anche un ciclo di formazione  dedicato agli studenti.
Al centro del progetto c’è la creazione della Rete di “Ambasciatori della sicurezza” costituita da docenti e studenti che saranno formati sui temi del giornalismo civico, della cultura di Protezione civile, della Cittadinanza digitale e della Media education.
La Rete degli “Ambasciatori della sicurezza” rientra nelle azioni del progetto “E-Citijens”, che mira a creare un sistema in grado di supportare in maniera innovativa le decisioni di emergenza (EDSS). Tale sistema è basato sui Social media, da testare in tutta l’area di cooperazione Italia-Croazia. In questo ambito, la Regione Molise è Lead Partner del progetto insieme ad altri nove partner italiani e croati tra cui regioni, comuni, università e altri stakeholder.
L’obiettivo generale di E-Citijens è, infatti, quello di facilitare l’adozione e l’efficacia delle misure di emergenza, incrementando la sicurezza dei cittadini e la capacità di gestire i rischi naturali, particolarmente nell’area adriatica.
Durante le emergenze – come alluvioni, terremoti o calamità naturali – i componenti della Rete che si trovino nelle vicinanze dell’evento potranno usare i loro account social (facebook, twitter, instagram, ecc) per postare notizie, immagini e video. Questo intervento, abbinato a specifici hashtag (#EDSS), aiuterà la Protezione Civile nella raccolta delle informazioni e nella valutazione dell’intervento.
Tutte le informazioni inviate dalla Rete di docenti e studenti si uniranno poi a quelle pubblicate anche da altre fonti istituzionali.
La finalità è quella di preparare l’intervento di soccorso mediante l’utilizzo di un’apposita piattaforma deputata appositamente alla raccolta delle informazioni, grazie a specifici algoritmi in grado di comunicare con la centrale operativa.
Un obiettivo che sarà possibile aumentando la cooperazione tra Italia e Croazia, ma anche rendendo i cittadini (in questo caso si tratta dei nostri docenti e studenti formati ad hoc) “sensori attivi” delle emergenze attraverso la segnalazione di eventi critici mediante un uso efficace e consapevole dei vari Social media.
Le attività del progetto E-Citijens rivolte alle scuole del territorio sono state inserite dall’USR Molise tra le azioni formative del Piano nazionale scuola digitale.

                                                  G.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
fabrizio siravo assicurazioni
error: