CONSIGLIO REGIONALE – Guerra Ucraina, il M5s suggerisce con il coinvolgimento della regione la creazione da subito di corridoi umanitari

consiglio regionale molise palazzo d'aimmo
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica

CAMPOBASSO – Dramma Ucraina, i portavoce del Consiglio regionale del Molise del M5S sollecitano da subito attraverso una mozione un’iniziativa regionale per creare corridoi umanitari a sostegno di profughi e famiglie soprattutto anziani e bambini che al momento scappano dalla guerra varcando i confini della propria patria.

“Quello che sta avvenendo in Ucraina, – conferma il M5s –  a pochi chilometri dai confini della pacifica Unione Europea, ci riguarda tutti da vicino. La Costituzione italiana, richiamata in queste ore anche da Papa Francesco, ‘ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà di altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali’. Da cittadini dobbiamo tenerlo bene a mente e andarne fieri, facendo il possibile per diffondere questo importante messaggio, contrario ad ogni guerra, anche attraverso gesti concreti su grande e piccola scala.

Sono centinaia di migliaia le persone in fuga dal teatro di guerra ucraino, soprattutto donne e bambini. Proprio questi ultimi vanno preservati in ogni modo, perché mai dovrebbero vedere atti di violenza e abituarsi agli orrori dell’agire umano come fossero ‘normali’. Lo stesso presidente Draghi ha rilasciato dichiarazioni in favore di una accelerazione della macchina della protezione internazionale. E crediamo che anche una piccola regione come la nostra possa fare la sua parte.

Per questo abbiamo depositato una mozione, che presenteremo in Consiglio giovedì senza simboli di partito, per esprimere innanzitutto vicinanza e solidarietà dell’intero popolo molisano agli ucraini. Ma con l’atto chiediamo anche al governatore di raccogliere la proposta dell’associazione ‘Solidarietà senza confini’ di sostenere l’attivazione di corridoi umanitari. Ciò potrà consentire l’ingresso protetto e l’accoglienza dei cittadini ucraini che desiderano ricongiungersi con i familiari che vivono nella nostra regione, ma anche di tutti coloro che intendono allontanarsi dai teatri di guerra per raggiungere luoghi più sicuri. Una tale iniziativa dovrebbe essere suggerita anche in Conferenza delle Regioni, dove chiediamo che il presidente Toma si faccia portavoce della natura pacifista del popolo molisano, stimolando iniziative diplomatiche del Governo italiano e dell’Unione Europea per favorire la de-escalation della tensione tra Russia e Ucraina.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: