CRONACA – Controlli sui tir destinati al trasporto di merci: rilevate 15 gravi infrazioni

mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
Boschi e giardini di Emanuele Grande
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

MONTENERO DI BISACCIA – Continua l’opera di costante monitoraggio sulle condotte di guida professionali ad opera della Polizia di Stato di Campobasso.

Nella giornata di ieri 9 marzo presso l’area di servizio Trigno Est della A\14 (territorio di Montenero di Bisaccia) 21 veicoli pesanti destinati al trasporto di merci sono stati controllati, riscontrando gravi infrazioni.

Il Ministero dell’Interno e quello della Mobilità Sostenibile da tempo collaborano per garantire il più alto numero di controlli qualificati su strada ed è nell’ambito di tale consolidata collaborazione che equipaggi della Sezione Polizia Stradale di Campobasso, avvalendosi del consueto e prezioso contributo di personale dell’Ufficio Motorizzazione Civile di Bari e di Campobasso, hanno messo in campo anche stavolta un dispositivo congiunto volto a verificare le condizioni di trasporto delle merci, avvalendosi del Centro Mobile di Revisione.

“Ciascun complesso veicolare – si legge in una nota diffusa dalla Questura – sottoposto ad ispezione, è stato dapprima controllato sotto il profilo dell’equipaggiamento, ovvero una sorta di revisione su strada con la quale ne è stato verificata l’efficienza.

Avvalendosi poi di sofisticati software, la Polizia Stradale ha analizzato le attività lavorative di ciascun conducente, rilevando 10 infrazioni commesse, anche a distanza di settimane, per mancato rispetto dei tempi di guida e di riposo.

Particolare attenzione è stata altresì rivolta ai veicoli stranieri. Nel corso dell’attività sono state rilevate 15 infrazioni per un ammontare di quasi 10.000 euro.

Inoltre è stato accertato che su un autocarro erano state apportate delle modifiche alla centralina in modo consentire il funzionamento del motore diesel senza l’utilizzo di ADBlue, liquido che attiva funzioni antinquinanti il cui utilizzo è obbligatorio per i veicoli autorizzati ai trasporti internazionali. Il conducente, nella circostanza, oltre ad inquinare l’ambiente, risparmiava i costi dell’ADBlue, determinando una situazione di ingiusto vantaggio rispetto agli altri autotrasportatori ossequiosi alla norma comunitaria.

L’apparecchio è stato sequestrato e l’autotrasportatore, oltre a vedersi comminata una pesante sanzione, è stato costretto a ripristinare correttamente l’impianto.

Altro conducente è stato sorpreso a circolare inserendo la carta del cronotachigrafo di altro soggetto, conseguendo a ciò, oltre che una sanzione amministrativa particolarmente afflittiva, anche il ritiro della patente per la conseguente sospensione.

In altri due casi, i documenti di trasporto internazionali (C.M.R.) sono risultati  privi di elementi essenziali e le pesanti sanzioni sono state oblate sul posto in quanto elevate nei confronti di veicoli stranieri”.

Le attività di controllo in argomento hanno anche la finalità di contrastare la concorrenza sleale che deteriora il settore  dell’autotrasporto, già in forte crisi anche in ragione del recente aumento del costo dei carburanti. Analoghi servizi sono già stati calendarizzati nei prossimi giorni.

C.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

momà
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
fabrizio siravo assicurazioni
Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
error: