REGIONE – Maratona sul Bilancio, passa a maggioranza il Documento di Economia e Finanza regionale per il triennio 2022/2024

stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica

CAMPOBASSO – Il provvedimento è stato approvato a maggioranza con 10 voti favorevoli, 7 contrari e 2 astenuti.

Al Consiglio regionale del Molise è iniziata la maratona per l’ approvazione del bilancio regionale. Come già è emerso nella giornata di oggi, non sono mancate le fibrillazioni nella maggioranza che sostiene Donato Toma ma alla fine, salvo improbabili sorprese, tutto dovrebbe concludersi come da copione. A meno di un anno dalla fine della legislatura e con una campagna elettorale da affrontare, a nessuno puo’ venire in mente di far cadere Toma prima della scadenza naturale del suo mandato. Anche se in politica “mai dire mai”.

Approvato il Documento di Economia e Finanza regionale per il triennio 2022/2024, il Consiglio regionale tornerà in riunione il 12 e il 13 maggio per l’esame e il voto del Bilancio di previsione e la Legge di stabilità.

Presieduta dal Presidente Salvatore Micone si è svolta nella mattinata di oggi – si legge in una nota diffusa dalla Regione – la seduta del Consiglio regionale dedicata alla manovra di bilancio 2022. A seguito dell’illustrazione da parte del Consigliere relatore, Presidente della Prima Commissione permanente, Andrea Di Lucente, è iniziato l’esame e la discussione del Documento di Economia e Finanza regionale (DEFR) per il triennio 2022/2024 di iniziativa della Giunta regionale. Sono seguiti gli interventi per esprimere le rispettive posizioni in merito dei Consiglieri Iorio, Fanelli, Greco, Primiani, gli Assessori Pallante e Niro, e il Presidente della Giunta Toma.

Il provvedimento, quindi, è stato approvato a maggioranza con 10 voti favorevoli, 7 contrari e 2 astenuti. In particolare, nel documento di programmazione – come si legge nelle premesse- sono delineate le linee programmatico-strategiche dell’azione di Governo regionale, per il triennio 2022-2024, volte al conseguimento degli obiettivi di sviluppo della regione, esplicitate all’interno delle corrispondenti missioni con le relative previsioni di spesa finalizzate: • ad orientare le successive deliberazioni della Giunta; • a costituire il presupposto dell’attività di controllo strategico, con particolare riferimento allo stato di attuazione dei programmi all’interno delle missioni e alla relazione al rendiconto di gestione. regionale dando conto del quadro finanziario delle risorse per le politiche di sviluppo della UE.

Nel testo, inoltre, si approfondisce il contesto istituzionale relativo all’organizzazione della Regione, dando rilievo alle azioni sul fronte occupazionale con il Patto per il lavoro, la razionalizzazione delle partecipate e le regole di finanza pubblica per il rilancio degli investimenti. Dai punti di maggior rilievo indicati all’interno del Documento -ha rilevato ancora il relatore- emerge subito come esso abbia Nel Defr -ha spiegato Di Lucente- vengono analizzati gli scenari economico-finanziari di carattere nazionale e risentito fortemente delle scelte operate dalla Regione sia per quanto riguarda i progetti del Pnrr che per quelle legate al Documento Strategico per le Politiche di Sviluppo e Coesione 2021- 2027. All’interno del Defr, quindi, vengono armonizzate e governate più dettagliatamente le azioni già in cantiere attraverso le altre fonti di finanziamento così da evitare progetti che possano sovrapporsi, bensì integrando ogni azione.

L’Assemblea ha quindi iniziato l’esame del Bilancio di previsione pluriennale per gli esercizi finanziari 2022- 2024, proposto dall’Ufficio di Presidenza. Ha illustrato all’Aula la proposta di bilancio il relatore Andrea Di Lucente, è seguito l’intervento per dichiarazione di voto del Consigliere Greco. Il documento di bilancio è stato quindi approvato con 12 voti favorevoli, 3 contrari e 1 astenuto. Il Bilancio del Consiglio regionale -ha sottolineato Di Lucente- rappresenta il principale strumento dell’autonomia consiliare e garantisce il corretto e indipendente funzionamento dell’organo legislativo. In particolare dal provvedimento si evince che il fabbisogno finanziario per il funzionamento del Consiglio regionale per l’anno 2022 è stimato in Euro 5.900.000,00, basato sulla scorta della spesa registrata nel 2021.

La stima tiene conto delle varie richieste pervenute dai Servizi del Consiglio regionale e persegue, per quanto possibile, gli obiettivi di contenimento della spesa indicati nella normativa statale vigente e già attuati -ha concluso il relatore- significativamente negli esercizi precedenti. Il risultato di amministrazione, pertanto, per l’esercizio 2021 ammonta a Euro 161.920,93, a libera destinazione. Tale somma, una volta confermata l’entità con l’approvazione del rendiconto 2021, sarà trasferita alla Giunta regionale per essere utilizzata ad altri fini ritenuti opportuni”.

C.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
error: