ISERNIA – Consiglio comunale, avviato il procedimento di incompatibilità per Gabriele Melogli e rimodulate le tariffe Tari

La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

ISERNIA – Avviato il procedimento di incompatibilità per Gabriele Melogli e approvato il PEF (Piano Economico Finanziario) del servizio di gestione rifiuti 2022.

Si è svolta nel pomeriggio di ieri, martedì 31 maggio, la prima seduta del Consiglio comunale (delle due previste) in cui si è preso atto dell’avvio di un procedimento che valuterà la compatibilità dell’incarico da consigliere di Gabriele Melogli con alcuni pregressi dovuti a sforamenti del Patto di Stabilità, risalenti a quando era sindaco. Nei giorni scorsi la Corte dei Conti, proprio in merito alla questione della sforamento del Patto di Stabilità 2010-2011, ha notificato i solleciti di pagamento ai danni dell’ex sindaco Melogli, della sua Giunta e dei consiglieri comunali che approvarono il bilancio dell’epoca.

A tal proposito il consigliere comunale di Volt, Umberto Di Giacomo, ha così commentato la notizia sui social:

Abbiamo preso atto – scrive Umberto Di Giacomo -, su richiesta della Prefettura, dell’avvio di un procedimento che valuterà la compatibilità dell’incarico da consigliere di Gabriele Melogli con alcuni pregressi dovuti a sforamenti del Patto di Stabilità, risalenti a quando era sindaco. Si tratta di un atto procedurale dovuto, non c’è nulla di politico e nulla di personale – continua – (poteva capitare al consigliere X), non è una sentenza, non siamo in Parlamento che autorizziamo la magistratura a procedere o a concedere l’arresto. Melogli avrà tempo e modo di produrre le sue carte per opporsi al procedimento amministrativo, le cose torneranno in Consiglio e ne discuteremo ancora, almeno altre due volte. Non è stato piacevole trovarsi in questa situazione, ho rispetto per Melogli e penso che sia un valore aggiunto in Consiglio. Questo atto – conclude Di Giacomo – darà a lui modo di formulare la propria linea difensiva”.

Oltre alla questione Melogli, il Consiglio comunale ha approvato il PEF (Piano Economico Finanziario) del servizio di gestione rifiuti 2022 e le tariffe Tari di quest’anno, che dovrebbero rimanere invariate. Una notizia che ha destato più di qualche preoccupazione nella cittadinanza già alle prese con gli aumenti delle bollette di luce e gas. Anche il questo caso registriamo il commento sui social del consigliere comunale Di Giacomo che ha rassicurato che la Tari non aumenterà:

Abbiamo approvato il PEF (Piano Economico Finanziario) del servizio di gestione rifiuti 2022 e le tariffe TARI di quest’anno – scrive Umberto Di Giacomo -, che rimangono praticamente invariate. Il fabbisogno – continua – prevede circa 40.000€ complessivi in aumento su un totale di circa 2.000.000 di euro, più o meno il 2%, che deriva da piccole e marginali rimodulazioni. Non peseranno – conclude Di Giacomo – praticamente nulla sugli esborsi delle utenze cittadine“.

Nel pomeriggio di oggi, mercoledì 1° giugno, il Consiglio comunale tornerà a riunirsi in seconda convocazione alle ore 16.30.

C.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: