CRONACA – Protesta della marineria: fiaccolata e preghiera col vescovo

La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
Smaltimenti Sud

TERMOLI – Anche la diocesi supporta la battaglia della marineria termolese, messa in ginocchio dal caro gasolio.

“San Basso aiutaci tu”, questa la scritta apparsa su una cassetta di pesce portata da un pescatore. Accanto a lui, gli altri pescatori, uno dei quali ha imbracciato una croce realizzata con il legno di un barcone affondato a Lampedusa

Una protesta pacifica, quindi, ma dall’alto valore simbolico quella messa in atto nella serata di ieri dai pescatori termolesi.

Dopo le proteste e le manifestazioni dei giorni scorsi, la marineria resta in stato di agitazione, continuando nelle proteste che vanno avanti da diverse settimane. Il caro gasolio ha messo in ginocchio un intero settore e i pescatori hanno dato vita, nella serata di ieri, ad una fiaccolata che ha preso il via dal mercato ittico per giungere fino in Cattedrale.

Presenti a dare supporto ai manifestanti il sindaco di Termoli Francesco Roberti e il Vescovo della Diocesi Termoli e Larino Monsignor Gianfranco De Luca, che ha raccolto i manifestanti in una preghiera “per il futuro delle loro famiglie, accanto al suo popolo e per il suo popolo”.

La Diocesi aveva garantito pieno sostegno alla marineria termolese messa in ginocchio dal caro gasolio già in un incontro del 9 giugno scorso nel quale il vescovo Gianfranco De Luca ha incontrato in Curia, insieme ai direttori della Caritas, Vito Chimienti e Anna Bernardi, una delegazione degli Armatori Pesca del Molise guidata da Paola Marinucci.

Proprio in quell’occasione, il Vescovo aveva proposto una fiaccolata: “Un segno di ascolto – aveva spiegato la Diocesi – vicinanza e solidarietà in attesa di interventi concreti, da parte delle istituzioni, per consentire al settore della pesca di riprendere serenamente le attività”.

I pescatori termolesi torneranno in mare per tre giorni, come il resto della marineria adriatica, dopo oltre tre settimane di protesta, domenica notte.

Tuttavia, continua lo stato di agitazione e la marineria si dice pronta a fermarsi nuovamente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
esco fiat lux
error: