EMERGENZA CINGHIALI – L’assessore Cavaliere al consigliere Nola “Gioca a fare lo statista invece di intercedere presso i suoi Ministri”

Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica

ROMA – Botta e risposta, il portavoce del M5S Vittorio Nola che in altra parte del giornale ha attaccato l’assessore regionale all’agricoltura Nicola Cavaliere sull’emergenza cinghiali, riceve subito  la risposta dello stesso amministratore regionale con delega alle politiche agricole.

“Preferisco di solito non rispondere alle provocazioni del Consigliere Vittorio Nola, -dice Cavaliere -che col passare del tempo ha sviluppato sempre più un’ossessione nei miei confronti. Ma essendo reduce proprio dalla conferenza stampa nazionale, terminata poco fa e organizzata a Roma dalla commissione Politiche agricole, mi preme far notare all’esponente grillino che se fosse vero ciò che afferma sull’emergenza cinghiali, oggi al tavolo sarebbero stati presenti 20 Nicola Cavaliere, non gli assessori all’Agricoltura provenienti da tutte le regioni d’Italia”.

“Così come ci sarebbero 20 Cavaliere al posto dei presidenti delle Regioni, di Coldiretti, Cia, Confagricoltura e Copagri, considerata la piena condivisione della linea sul tema. Il tuttologo Nola, che pare avere soluzioni magiche per questioni inerenti qualsiasi tematica (agricoltura, sanità, ambiente, infrastrutture, cultura, economia, protezione civile, programmazioni europee e così via), dovrebbe proporsi a Conte come nuovo presidente del Consiglio, uno Statista migliore di Draghi che non dovrebbe accontentarsi del Molise”.

“Tutto ciò fa sorridere, – prosegue l’assessore – ma purtroppo l’emergenza Cinghiali è maledettamente seria e drammatica, e ciò è stato certificato pure stamane alla conferenza del Cpa, nata dopo alcune mie sollecitazioni e ripresa dai principali media nazionali. Dove tutti i presenti, compreso il collega della Campania (regione, non di centrodestra, osannata dal buon Nola), hanno denunciato chiaramente l’ostruzionismo dei due ministri pentastellati (Ambiente ed Agricoltura), che di fatto sta bloccando l’iter del decreto Gava”.

“Invece di perdersi in futili polemiche, – conclude Cavaliere – Nola dovrebbe di conseguenza preoccuparsi di intercedere (come tra l’altro aveva promesso in occasione di un’assemblea Coldiretti a Campobasso) presso i due esponenti di governo del suo partito per contribuire a sbloccare la situazione. Ma probabilmente attaccare politicamente il sottoscritto è molto più facile, anche se ovviamente del tutto inutile alla causa”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

fabrizio siravo assicurazioni
maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
error: