Nomina dell’Amministratore unico della Sea, sentenza del Tribunale favorevole al Comune 

Stefania Tomaro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica

CAMPOBASSO – Il contenzioso attivato rispetto alla nomina dell’Amministratore unico della Sea avv. Stefania Tomaro si è conclusa con una sentenza del Tribunale di Campobasso in favore del Comune di Campobasso.

“La vicenda – spiega una nota di palazzo San Giorgio- riguardava la richiesta di annullare il decreto del sindaco di Campobasso n. 31/2019 per violazione di legge, decreto con il quale si era proceduto a nominare, alla scadenza dell’incarico accettato dai precedenti consiglieri ovvero il 31.12.20219 (ed accettato espressamente dagli stessi, salvo poi rivendicare una durata triennale), l’avv. Tomaro ad amministratore unico della SEA.

Una decisione, quest’ultima, perfettamente coerente con il programma elettorale e con gli atti conseguenziali ovvero la delibera di giunta 271/2019 con la quale si era indetta procedura pubblica volta all’individuazione dell’Amministratore Unico ovvero la decisione di eliminare il consiglio di amministrazione (organo collegiale) per avere un organo monocratico, con riduzione della spesa, come peraltro diffuso nel programma elettorale.

Gli attori, ovvero l’ex Presidente del CdA Gianfranco Spensieri e i due consiglieri Enza Iannetta e Sandro Addona, chiedevano, in subordine, di accertare comunque che il decreto di nuova nomina (e quindi di revoca degli incarichi sebbene scaduti proprio il 31.12.2019) non fosse supportato da “giusta causa” e quindi di vedere condannato il Comune di Campobasso e/o la SEA s.p.a. ad un risarcimento del danno rispettivamente di € 56.000 e di 36.800 per i due consiglieri, per un totale di € 129.600,00 ovvero il compenso che gli stessi avrebbero percepito se avessero continuato a ricoprire la carica non già fino al 31.12.2019, come accettato in sede di nomina, ma per un triennio.

Il Tribunale di Campobasso ha dunque condannato gli attori alle spese di lite, per intero nei confronti del Comune e per 2/3 nei confronti della SEA, per un totale di oltre 12.000,00 euro, ritenendo dunque “infondate le censure verso il decreto del sindaco Gravina n. 31/2019, con conseguente rigetto anche delle domande risarcitorie avanzate”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Pubblicità »

Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Pubblicità »

caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola
Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
Edilnuova Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
error: