SENTENZA – Fuori dalla serie C e dalla serie D, il Tar Lazio per la quarta volta boccia il Campobasso. Palla al sindaco

calcio campobasso
Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Il Campobasso è fuori dal calcio. Potrebbe ricominciare allo stato dei fatti dai Dilettanti regionali. Niente serie C e serie D. Bocciato anche dal Tar Lazio.

La sentenza del Tribunale amministrativo del Lazio è arrivata intorno alle ore 13,00 di oggi, un giudizio  che non fa un passo indietro rispetto ai no prima della Covisoc poi del Consiglio federale della Figc e quindi del Coni. La società è stata inadempiente rispetto al pagamento della Iva del 2019-20-21, una sentenza che non si concilia con alcuna deroga un obbligo che altre società hanno compiuto nei termini stabiliti e che castiga pesantemente la città la tifoseria e l’immagine dello stesso capoluogo di regione. Mario Gesuè esce di scena in malo modo pur avendo raccontato nei giorni passati di non avere dubbi sull’ammissibilità del suo club nei Professionisti.

A  questo punto oltre ad aver perso il titolo della squadra la serie C e la partecipazione anche al campionato nazionale Dilettanti, deve rispettare gli oneri finanziari riferiti al pagamento di spettanze a una serie di fornitori e collaboratoti e restituire le quote versate dai  700 abbonati che tra maggio e giugno ignari di questa situazione catastrofica che comunque era a conoscenza della stessa società, avevano rinnovato l’abbonamento per la serie C in vista della stagione 2022-2023. Ora il titolo passa in mano al sindaco Roberto Gravina che a quanto pare si è già adoperato presso la Federcalcio comunicando con il presidente Gabriele Gravina per appurare la strada che potrebbe portare alla formazione di una società  partecipante al torneo di Quarta serie attivando l’art. 152 comma 20 dell’Enoif attraverso un nuovo percorso giudiziario da iniziare con effetto  per sperare nella concessione della nuova categoria autorizzando un Bando di manifestazione di interesse per il reperimento di nuovi soci, imprenditori o latri interessati a formare un nuova struttura societaria. E ora è anche curioso conoscere la volontà del gruppo societario legato al presidente Gesuè che potrebbe in ultima analisi rimanere in rossoblù partecipando al Bando con altri operatori economici del posto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
Follie Italia Isernia
colacem
fabrizio siravo assicurazioni

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

fabrizio siravo assicurazioni
colacem
Follie Italia Isernia
maison Du Cafè Venafro Natale

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
error: