TENNIS – Dopo Termoli, Borrelli conquista anche Isernia

mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

ISERNIA – Il giocatore di Colletorto ha vinto meritatamente, sui campi pentri, il terza categoria nazionale.     

Si sono conclusi i campionati di terza categoria nazionale ad Isernia.

La vera sorpresa è partorita nella semifinale della parte alta del tabellone quando Fernando Borrelli ha battuto la testa di serie numero uno del seeding Emanuele Papa (3-1 boianese, tesserato col T.C. 2002 di Benevento). Papa era giunto in finale al torneo di Bojano dello scorso giugno e in questo terza categoria del Circolo Tennis Isernia era senza dubbio il grande favorito, non soltanto per la sua classifica (più alta rispetto a quella degli altri giocatori presenti).

Eppure Borrelli, lanciatissimo dopo la vittoria ottenuta sui campi dell’A.T. Termoli, ha fatto sua la semifinale (7-5 6-4 lo score finale) e senza affanni ha conquistato il suo secondo torneo consecutivo (tenue le resistenze dell’abruzzese Luca La Palombara). Il final match è terminato dopo appena un’oretta di gioco con il risultato di 6-2 6-2 in favore del molisano.

Ottima l’organizzazione dello staff isernino diretto dal Tecnico Colalillo che ha pure concluso le sezioni intermedie. Il più forte atleta di quarta categoria è risultato Francesco Scavo (T.C. Boianodue) che nella finalina riservata ai soli giocatori di serie D, ha superato il sorprendente Alessandro Colagrossi (A.T. Campobasso) al super tie-break che da regolamento sostituiva il terzo set.

M.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

fabrizio siravo assicurazioni
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

PUBBLICITA’

Pubblicità »

Follie Italia Isernia
colacem
maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

esco fiat lux
error: