CAMPOBASSO – Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, presentato il calendario degli appuntamenti

La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Rendere note, attraverso una campagna di comunicazione ambientale, le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti favorendo una maggiore consapevolezza sulla produzione smisurata degli stessi.

Questi  gli obiettivi della SERR, Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, l’iniziativa volta a promuovere la realizzazione di azioni di sensibilizzazione sulla sostenibilità e sulla corretta gestione dei rifiuti, con particolare attenzione alla riduzione “a monte” della loro produzione.

Gli eventi in programma a Campobasso e organizzati dall’assessorato all’Ambiente del Comune, sono stati presentati questa mattina dall’assessore all’Ambiente, Simone Cretella nel corso di una conferenza stampa.

La SERR nasce per volontà della Commissione Europea con l’obiettivo primario di sensibilizzare le istituzioni, i consumatori e tutti gli altri stakeholder circa le strategie e le politiche di prevenzione dei rifiuti; l’evento consiste, quindi, in una elaborata campagna di comunicazione ambientale che intende promuovere, tra i cittadini, una maggiore consapevolezza sulle eccessive quantità di rifiuti prodotti e sulla necessità di ridurli drasticamente. Le azioni attuate durante la SERR riguardano la “3R”: riduzione, riuso e riciclo. Seguendo questa gerarchia, la riduzione dei rifiuti dovrebbe essere sempre la prima priorità. Ridurre vuol dire in primo luogo effettuare una rigorosa prevenzione e riduzione alla fonte, la seconda opzione è quella di riutilizzare i prodotti, infine, la terza priorità è il riciclo dei materiali.

“Il tema della SERR 2022 – ha spiegato l’assessore Cretella – è quello del Tessile circolare e sostenibile, portando quindi l’attenzione sull’impatto ambientale dell’intero indotto della moda, un settore strategico che però, dietro i tappeti rossi, le sfilate, le pubblicità e le vendite, non nasconde l’altra faccia della medaglia che racconta una storia ben diversa, meno brillante e molto più allarmante.”

L’industria tessile e dell’abbigliamento è infatti uno dei settori più inquinanti, insieme all’edilizia, ai trasporti e all’alimentazione. Ciò è dovuto al forte impatto che ha sull’uso del suolo, sull’inquinamento delle acque e persino sulle emissioni di gas serra. Questo settore ha un elevato impatto ambientale e sociale in ogni fase: dalla produzione, alla distribuzione, all’utilizzo e al post-utilizzo (raccolta, selezione, riciclaggio e gestione finale dei rifiuti, che nella maggior parte dei casi è legata all’incenerimento e alle discariche).”

“Nella piena condivisione delle finalità della SERR2022, – ha aggiunto Cretella – il Comune di Campobasso, come consuetudine, aderisce all’iniziativa proponendo una serie di attività di sensibilizzazione, in buona parte legate al mondo della moda e del settore settile, senza però dimenticare altre importanti tematiche legate al mondo dei rifiuti e dell’ambiente e del sociale.”

Si partirà Domenica 20 con una nuova edizione del Campobazar, il mercatino dell’usato e dello scambio presso l’ex Romagnoli, nato proprio per favorire le buone pratiche di riutilizzo e prevenzione dei rifiuti.

Dal giorno lunedì 21 novembre, si darà il via alla campagna comunale di incentivi all’utilizzo dei pannolini lavabili riutilizzabili, che prevede la possibilità per le famiglie che sceglieranno l’utilizzo di pannolini ecologici per i propri bimbi di ottenere un contributo economico fino a 200 euro.

Mercoledì 23 novembre, presso l’area di sgambamento cani di Parco dei Pini, verrà installata la prima panchina “Non Ostile”, realizzata con materiali di recupero a cura del Laboratorio Educativo “Bottega del Legno” dei Centri Socio Educativi Unificati (CSEU) G. Palmieri e Peter Pan, nell’ambito di un progetto di ‘amministrazione condivisa’ con il Comune di Campobasso.

Giovedì 24 novembre sarà allestito in centro città un punto informativo sulla raccolta degli abiti usati, a cura del gestore del servizio, mentre in serata, alle ore 18.15, presso la Bibliomediateca Comunale, si terrà, nell’ambito della rassegna ‘Vivere con cura’, l’incontro “The dark side of fashion” che verterà sull’impatto ambientale e sociale del comparto moda sul pianeta e sulle persone.

Il giorno successivo, venerdì 25 novembre, alle ore 17.30, presso la galleria espositiva del centro culturale Ex Onmi, sarà inaugurata una mostra di opere d’arte ed installazioni tematiche sul riciclo, il riuso e la rigenerazione delle materie. La mostra resterà aperta per l’intero fine settimana.

A seguire, alle 18.30, sarà la volta di un Cineforum, presso la sala Alphaville dello stesso centro ex Onmi, con la proiezione del film “The true cost” del regista Andrew Morgan, che mette in discussione diversi aspetti dell’industria dell’abbigliamento, dallo sfruttamento dei lavoratori nei paesi in via di sviluppo, ai suoi effetti collaterali come l’incredibile inquinamento delle acque e del suoli.

Evento di chiusura previsto per domenica 27 novembre, dalle ore 9.30, con una giornata ecologica di pulizia di un tratto della strada provinciale 53 – vecchia strada per l’ospedale-, a cura dell’ODV CVR Task Force.

Durante la settimana SERR sarà inoltre rilanciata la campagna di comunicazione per la promozione dell’ottima acqua della rete pubblica in alternativa a quella commerciale in bottiglie di plastica, tra le principali cause di produzione di tonnellate di rifiuti.

Tutte le attività sono a libera partecipazione ed aperte a tutti.

G.C.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia
fabrizio siravo assicurazioni

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
Follie Italia Isernia
fabrizio siravo assicurazioni

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

LAVORA CON NOI »

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
error: