Cyber security: anche l’Italia denuncia una crescita di attacchi informatici

Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande

Cyber security: anche l’Italia denuncia una crescita di attacchi informatici

Attacchi informatici in forte aumento, anche qui in Italia: è ciò che evidenzia il rapporto annuale del Clusit (Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica), che denuncia una situazione sempre più drammatica per le aziende, spesso soggette ad enormi rischi, come per i comuni utenti privati. Si tratta di vere e proprie organizzazioni criminali, in grado di colpire con precisione chirurgica – seppur senza un’effettiva preferenza per alcuni settori specifici – apportando ingenti danni a livello economico.

Per contrastare le minacce informatiche occorre una nuova consapevolezza, specialmente da parte delle aziende, le quali, inevitabilmente, risultano esposte in maggior misura a potenziali attacchi informatici.

In secondo luogo, è necessario giocare d’anticipo, mettendo in campo tutte le risorse possibili e, di conseguenza, destinando una fetta sufficiente del proprio budget all’implementazione di misure di sicurezza adeguate ai crescenti rischi (e al loro periodico aggiornamento). Per questo è importante sapere quali strategie attuare per proteggersi da questo genere di attacchi.

Utilizzare una VPN durante la navigazione

La VPN è una rete virtuale privata che si interpone tra il web e l’utente, permettendo a quest’ultimo di navigare in sicurezza, al riparo da intercettazioni, censure e minacce informatiche.

Mediante l’uso di una VPN, le informazioni inviate e in arrivo passano attraverso un sistema crittografato (pertanto impossibile da decifrare) prima di giungere a destinazione. Ciò consente, ad esempio, di inoltrare dati sensibili da qualsiasi posto, senza doversi preoccupare del grado di sicurezza della rete alla quale si è connessi (quindi anche da Wi-Fi pubblici, come quelli offerti da bar, ristoranti, ecc.).

Un altro importante vantaggio legato all’utilizzo di una VPN consiste nella protezione dagli attacchi informatici mirati. In altre parole, questo strumento impedisce ai malintenzionati di “entrare” nel dispositivo e avere libero accesso ai dati conservati al suo interno. Parliamo di foto, video e informazioni personali in generale, ma anche di password, e-mail, dati bancari e documenti di lavoro, la cui circolazione e diffusione potrebbero arrecare danni che non si limiterebbero al singolo utente ma coinvolgerebbero anche le persone vicine, o magari i suoi clienti e/o datori di lavoro.

Prevenire ogni scenario, anche quello peggiore

Tra il 2018 e il 2021 sono stati accertati più di 900 attacchi informatici in Europa: 185 di questi avevano come bersaglio soggetti che operavano nel nostro Paese.

Un altro dato registrato riguarda la gravità delle azioni intraprese dai cyber criminali: soltanto nel 2021, il 32% di queste ha determinato un impatto politico, sociale e/o economico ritenuto di livello “critico”, mentre ad oltre la metà – ossia, rispettivamente, al 47% e al 19% del totale – è stato attribuito un livello “alto” o “medio”.

Questi dati permettono facilmente di comprendere quanto la cyber security sia diventata un elemento cruciale sia per le piccole e grandi aziende, sia per i governi e la PA. Non a caso, attuare una strategia di prevenzione delle minacce informatiche, in uno scenario come quello odierno, significa essere preparati a fronteggiare ogni genere di situazione, comprese quelle più complesse. Serve, quindi, uno sforzo costante sia a livello economico, sia in campo tecnico, per dotarsi degli strumenti necessari e tutelarsi da tutto ciò che consegue ad un attacco virtuale (ovvero la perdita di fiducia da parte di clienti e investitori, che si aggiunge all’interruzione del servizio e al danno pecuniario).

Strategie per il contrasto del cyber crimine

Alla luce di quanto detto finora, come si sta muovendo l’Italia in quest’ultimo periodo?

Un’importante mossa a contrasto del fenomeno risale al 2021, con la fondazione dell’ACN (Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale), volta a salvaguardare gli interessi delle realtà italiane dinanzi al cyber crimine. Inoltre, sono previste 81 nuove misure di sicurezza; di queste, 71 verranno attuate in sinergia con aziende ed enti privati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Esco Fiat Lux Scarabeo
error: