Orchestra Sinfonica del Molise, concerti in Molise dedicati a Beethoven

orchestra sinfonica del molise
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – Sono tutti dedicati a Beethoven i concerti che l’Orchestra Sinfonica del Molise, diretta per l’occasione dal giovane Direttore d’Orchestra Marco Alibrando, porterà in scena domani 7 dicembre alle 19.30 al Teatro Savoia di Campobasso e dopodomani, 8 dicembre, alle 21 al Teatro Italo Argentino di Agnone.

Il Coriolano opera 62, la V Sinfonia opera 67 e la Romanza in Fa maggiore op. 50. E per quest’ultima violino solista sarà il giovanissimo e talentuoso Michelangelo Piovano Spina, che alle soglie dei 15 anni (li compirà il prossimo 17 dicembre) si esibirà insieme all’OSM. Giovanissimo, pescarese, arriva da una famiglia di musicisti. Amante del violino, sia in orchestra che in coppia, porta avanti gli studi a Roma, grazie alla presenza del Maestro Paolo Piomboni e della Professoressa Daniela Stancu. Un vero talento del violino che sarà capace di catturare pubblico ed orchestra.
E sul podio domani salirà Marco Alibrando, messinese classe 1987, che ha studiato direzione d’orchestra con Antonino Fogliani, Gianluigi Gelmetti, Lutz Köhler, Gianandrea Noseda, Donato Renzetti, Romolo Gessi e Giuseppe Lanzetta. Diplomato col massimo dei voti e la lode in Direzione d’Orchestra con Vittorio Parisi e in Composizione con Danilo Lorenzini e Gianni Possio al Conservatorio di Milano; inoltre è diplomato in Pianoforte a Messina con Antonella Salpietro, ed è assistente di Iván Fischer e la Budapest Festival Orchestra, Robin Ticciati, Giuliano Carella, Antonino Fogliani e Domingo Hindoyan.
Il suo debutto a soli 24 anni a Firenze e da quel momento un’intensa attività lo ha portato a dirigere in prestigiosi Festival quali il Rossini in Wildbad, il Rossini Opera Festival di Pesaro ed il Festival di Spoleto.
E gli appuntamenti dell’OSM di domani e dopodomani, seguono il grande e meritato successo che l’Orchestra ha incassato la scorsa settimana con il programma interamente dedicato alla musica contemporanea, che ha visto la compagine orchestrale molisana, diretta da Mimma Campanale, altro giovane ed eccellente direttore d’orchestra, in scena a Campobasso, ad Isernia ed al Teatro Marrucino di Chieti.
Proprio qui, in una serata strepitosa e ricca di emozioni, l’OSM è stata applaudita dal M° Ivan Fedele, compositore di punta italiano, riferimento di spessore nel panorama internazionale della Musica colta.
L’OSM di Fedele ha eseguito Ali di Cantor, che ha offerto un orizzonte di ricerca assolutamente aperto e denso di prospettive nuove: scienza e matematica nella musica, con un linguaggio musicale e visivo empatico.
L’emozione che ha suscitato fra tutti la presenza di Ivan Fedele è stata palpabile, concreta, coinvolgente e foriera di grande soddisfazione per i musicisti dell’OSM che si sono misurati con un repertorio difficile e distante da quello che solitamente portano in scena, ma che ha confermato che la musica se composta e suonata bene, unisce e fa crescere esecutori e pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

fabrizio siravo assicurazioni
maison Du Cafè Venafro Natale
colacem

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
colacem
fabrizio siravo assicurazioni

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

SEGUICI SU FACEBOOK »

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
error: