VENAFRO – Sforamenti e rischio ambientale, si rompe la Centralina 1

arpa-centralina-venafro
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande

VENAFRO – Continua a tenere banco la problematica ambientale, con la Centralina Venafro1 in blocco da quattro giorni.

Sono ancora una volta le “Mamme per la Salute” di Venafro a lanciare l’allarme, questa volta dovuto al fatto che la centralina Venafro1 ormai da quattro giorni non fornisce alcun rilevamento.

Il problema della centralina impedisce di comprendere se si siano superati i limiti di legge, circostanza più che probabile se si considera il fatto che le rilevazioni sono terminate quando mancavano solo quattro sforamenti al raggiungimento del limite previsto dalla normativa.

Ciò che sorprende maggiormente è che la Centralina abbia smesso di funzionare proprio quando il raggiungimento del limite era imminente, anche se non si conoscono le cause del blocco.

“Cosa succede non è chiaro – spiegano Le Mamme per la Salute in una nota Social –  a meno 4 sforamenti dal raggiungimento dei limiti di legge anche per la seconda centralina di Venafro, la rilevazione si ferma. Il blocco va avanti da ormai 4 giorni consecutivi. Non sapremo mai se anche Venafro1 abbia superato i limiti di legge.

Per Venafro2, la centralina ancora funzionante, siamo a 58 sforamenti di PM 10 con valori altissimi e gravi ripercussioni sulla salute.

Superati abbondantemente i massimi valori indicati dal decreto legislativo 155/2010, che sono valori molto più permissivi rispetto a quelli consigliati dall’ Organizzazione Mondiale della Sanità, e nonostante ciò, nessuna azione viene messa in atto, cosa si aspetta?

Perseverare in questa situazione di pericolo, con valori medi giornalieri che superano anche i 100 μg/m³, non è più tollerabile. La salute dei cittadini sottoposta ad un alto stress molto pericoloso.

Non è accettabile tanto silenzio e rassegnazione, la nostra salute e la nostra terra va difesa con forza e coraggio, cosa o chi blocca chi dovrebbe tutelarci”.

Il problema alla centralina non è certo un episodio da sottovalutare: i cittadini della Piana di Venafro sono ormai da anni vittime di una situazione di rischio ambientale molto elevato e le rilevazioni sugli sforamenti sono fondamentali per tenere sotto controllo il fenomeno. Meno di un mese fa, le indagini della Procura di Isernia hanno confermato le criticità ambientali presenti sul territorio, spingendo il sindaco di Pozzilli Stefania Passarelli a sospendere, tramite un’apposita ordinanza, le attività agricole nei terreni interessati.

M.A.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Pubblicità »

Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Pubblicità »

caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola
Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
Edilnuova Pozzilli
error: