Divario Nord-Sud, convegno Unimol-Banca d’Italia. Gravina “La capacità di crescita del Molise dipende anche dal ruolo di facilitatori delle Istituzioni”

Divario Nord-Sud, convegno, Unimol, Banca d'Italia, Gravina
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro

CAMPOBASSO – “Il divario Nord-Sud sviluppo economico e intervento pubblico” è stato il tema trattato in un Convegno coordinato da Università degli Studi del Molise e la Filiale di Campobasso della Banca d’Italia.

A presentare la giornata hanno provveduto il professor Giovanni Cerchia, Direttore del Dipartimento di Economia dell’Università degli Studi del Molise, e la dottoressa Fulvia Focker, Direttrice della Filiale della Banca d’Italia di Campobasso. La presentazione del rapporto vero e proprio è stata curata dal dottor Antonio Accetturo e dal dottore Roberto Torrini, del Servizio Struttura Economica della Banca d’Italia. La professoressa Filomena Pietrovito e il professore Giuliano Resce, del Dipartimento di Economia dell’Università Università degli Studi del Molise, hanno fornito ulteriori spunti di discussione nel corso dell’incontro.
Tra gli ospiti presenti anche il sindaco di Campobasso Roberto Gravina che così ha commentato “Il rapporto presentato dalla Banca d’Italia ci ha mostrato chiaramente come sulle difficoltà economiche del Mezzogiorno hanno un loro peso specifico anche gli ampi ritardi nella dotazione di infrastrutture.  Il divario territoriale tra Nord e Sud riflette, in parte, una carenza di risorse che si è aggravata anche negli anni precedenti lo scoppio della pandemia. Vanno perciò individuate, da parte dei diversi stakeholder istituzionali, energie nuove da convogliare in un piano d’azione che sia capace di invertire la rotta, evitando che i nostri giovani continuino a lasciare il territorio dove sono nati, valorizzando maggiormente le risorse del Mezzogiorno delle quali il sistema produttivo italiano, nel suo complesso, ha bisogno ben oltre quanto si tenda a immaginare.
C’è tanto da fare per innalzare la capacità di crescita del Meridione e del Molise. – ha aggiunto Gravina- Una crescita che crei occupazione, lavoro e che deve vedere risorse pubbliche e risorse private orientate alla realizzazione di uno sviluppo rientrante in un sistema produttivo pensato in favore delle comunità, con gli enti istituzionali impegnati attivamente nel ruolo di facilitatori.
Facendo leva sulle risorse disponibili grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza, – ha detto in conclusione Gravina – gli enti istituzionali, in tutto il Meridione, devono ora mirare al miglioramento della qualità dell’azione pubblica.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittergoogle_plusmail

Pubblicità »

Colacem Sesto Campano
maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

Pubblicità »

maison Du Cafè Venafro Natale
fabrizio siravo assicurazioni
Colacem Sesto Campano

OPERAZIONE VERITÀ »

FASCICOLO ELETTRONICO SANITARIO »

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
error: