Giornata della Memoria e dell’Impegno contro la mafia, a Venafro il “Giordano” ricorda Giuseppe Di Matteo

Isiss-Giordano-Venafro
Smaltimenti Sud
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
Boschi e giardini di Emanuele Grande

VENAFRO – «Siamo tutti Giuseppe Di Matteo:» il “Giordano” per la Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie lancia l’iniziativa di Padre Patriciello.

Questa mattina sarà affisso il manifesto che ricorda il bambino sciolto nell’acido su ordine di Messina Denaro.

«Quest’anno siamo giunti alla ventottesima Giornata della memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie e vorremmo far riflettere i nostri ragazzi su una piccola vittima delle mafie: Giuseppe Di Matteo:» così i vertici del “Giordano” di Venafro vogliono ricordare il  21 marzo 2023, una vittima innocente delle mafie facendo proprio il messaggio di Padre Maurizio Patriciello che si è confrontato poco più di 2 mesi fa, con gli studenti in un incontro che ha avuto importanti ricadute sociali.

«La sensibilizzazione degli studenti sull’argomento sarà sollecitata dai docenti attraverso una ricerca in classe reperendo fonti e testimonianze. E partendo dai contributi che ci sono giunti da Padre Maurizio Patriciello che, attraverso i suoi interventi sui social, ha lanciato una bella iniziativa rivolta a tutti i Sindaci d’Italia, quella di intitolare una strada al piccolo Giuseppe Di Matteo.»

Agli studenti è stato presentato il delitto del piccolo Giuseppe. Tenuto prigioniero 779 giorni prima di essere strangolato e sciolto nell’acido. Padre Patriciello raccontò pure questo episodio nella conferenza a Venafro. Gli studenti rimasero colpiti dal suo racconto e per questo hanno scelto oggi di dedicare la loro giornata contro tutte le mafie, proprio al piccolo Giuseppe Di Matteo.

«Quel rapimento – ha raccontato Padre Patriciello agli studenti venafrani – sarebbe dovuto servire a convincere Santino, il padre, collaboratore di giustizia, a fare marcia indietro. Santino, pur sapendo di mettere a repentaglio la vita di suo figlio, quel passo non lo fece. E noi dobbiamo essergli riconoscenti. La storia di Giuseppe gettò l’Italia nello sconcerto. I mafiosi con lo strangolamento di quel giovane innocente – aveva ormai 15 anni – gettarono l’ultima, vergognosa maschera. Ed eccoli là. Meschini, cinici, disumani. Stupidi. La lettura dei verbali del processo per la morte di Giuseppe lascia senza parole. Alla famiglia della vittima nemmeno la consolazione di una tomba fu lasciata. Niente. Di Giuseppe Di Matteo non doveva restare niente. La vendetta fu servita su un piatto di ghiaccio avvelenato. Il mese scorso, il giudice Rosario Livatino, ucciso dalla mafia agrigentina nel 1990, è salito agli onori degli altari. La Chiesa lo ha proclamato beato. Insieme a lui e a padre Pino Puglisi, una miriade di persone oneste, giudici, uomini delle forze dell’ordine, semplici cittadini, hanno versato il sangue per la liberazione della Sicilia e dell’Italia dalla trappola mafiosa. Tutti noi dobbiamo inchinarci davanti al loro sacrificio.»

Questa mattina alle 10 e 15 il Dirigente Scolastico Marcellino D’Ambrosa darà inizio alla manifestazione davanti ai cancelli della Scuola di via Maiella dove saranno affissi striscioni e, in modo particolare, quello dedicato a Giuseppe Di Matteo. Interverrà anche il Cavaliere della Repubblica signora Palmina Giannini che rappresenterà pure Padre Patriciello. Gli studenti, dopo la lettura di alcuni bravi a tema, esporranno lo “striscione-manifesto” dedicato al piccolo Giuseppe. Sì…”Siamo tutti Giuseppe Di Matteo”! Padre Maurizio Patriciello ha fatto giungere alla presidenza del “Giordano” il suo grazie per aver pensato di ricordare la ventottesima “Giornata della Memoria e dell’impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie” nel nome e nel segno del piccolo Giuseppe Di Matteo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Pubblicità »

Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Pubblicità »

Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
Bar il Centrale Venafro
fabrizio siravo assicurazioni
error: