Spopolamento delle aree interne, all’UniMol la conferenza per analizzare il fenomeno insieme al centro ArIA

biblioteca unimol
La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
Boschi e giardini di Emanuele Grande

CAMPOBASSO – Spopolamento delle aree interne, mercoledì 20 settembre a partire dalle ore 09:00 presso la sala “E. Fermi” della Biblioteca di Ateneo, l’UniMol e il centro ArIA analizzeranno il fenomeno.

Il declino demografico del Paese è un tema sempre più presente nell’agenda politica e nelle discussioni pubbliche. Il Molise purtroppo è una delle regioni italiane più coinvolte dal fenomeno e le sue aree interne sono le più sotto pressione.

Ed è su questa delicata tematica che verte il lavoro di ricerca del centro ArIA, che da tempo ha avviato diversi filoni di ricerca per approfondire, comprendere e proporre soluzioni al declino demografico delle aree interne. Nella conferenza stampa di mercoledì verranno dunque mostrati i primi risultati frutto della collaborazione tra Istat e Centro di ricerca ArIA-UniMol per lo studio delle Aree interne.

I ricercatori mostreranno al pubblico per la prima volta nuovi strumenti di analisi e le ultime evidenze scientifiche risultate da un lavoro pluriennale sul declino demografico molisano e, nello specifico, sullo spopolamento delle aree interne del Molise. In particolare sarà presentato ufficialmente un nuovo indicatore di spopolamento sistemico, il SyDAS (Systemic Depopulation Areas), ed un nuovo approccio statistico per individuare l’impatto delle condizioni socio-economiche ed infrastrutturali sul gradiente di spopolamento comunale.

Uno degli aspetti più interessanti di questo nuovo filone di ricerca ha indicato come alcune parti del Molise, benché situate in zone di montagna e pur avendo subìto una contrazione demografica negli ultimi anni, non sembrano soggetti a processi sistemici di spopolamento: una buona notizia nell’ottica di una nuova resilienza per i piccoli comuni delle zone interne del Molise. Questi nuovi strumenti sono stati infatti ideati dai ricercatori del centro ArIA-UniMol per avere una applicazione concreta nelle prossime attività di monitoraggio e pianificazione di interventi pubblici per contrastare lo spopolamento nelle aree interne italiane e favorirne lo sviluppo economico, sociale ed istituzionale.

Chiuderà la giornata di riflessione una tavola rotonda che ospiterà personalità della politica e della ricerca italiana: Sabrina Lucatelli (Direttrice di Riabitare Italia), Lino Gentile (Delegato ANCI per le Aree interne), Federico Lasco (Dirigente Agenzia per la Coesione Territoriale), e Luisa Corazza (Direttrice Centro ArIA). La tavola rotonda, coordinata da Giuseppe Stassi (Istat), discuterà l’applicabilità di questi strumenti nella politica amministrativa e nelle prossime ricerche sul tema. Le conclusioni saranno infine affidate a Cecilia Tomassini, già presidente dell’associazione nazionale studi di popolazione.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
Esco Fiat Lux Scarabeo
Edilnuova Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
error: