Venòlea 2023, torna la manifestazione che vede protagonisti l’olio e il Parco dell’Olivo di Venafro: appuntamento il 16 e il 17 dicembre

mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
Smaltimenti Sud

VENAFRO – Per l’undicesima edizione di Venòlea il Parco Regionale dell’Olivo di Venafro e il Castello Pandone si affacciano alla ribalta nazionale e internazionale.

L’olivo è da sempre simbolo di pace, di rinascita e fonte di ispirazione artistica, tanto da aver ricevuto a suo tempo l’attenzione di Van Gogh il quale elencandone le peculiarità più interessanti in una lettera al fratello scrisse che “il mormorio di un uliveto ha qualcosa di molto intimo, di immensamente antico. È troppo bello perché io osi dipingerlo o possa concepirlo.”  Tuttavia sappiamo che l’artista olandese dedicò ben quattro tele agli uliveti proponendoli con tronchi corti, multipli e spesso sottili; questo perché si trattava di uliveti abbastanza giovani, di una settantina d’anni: a cavallo del secolo infatti c’erano state ripetute gelate che li avevano decimati. Se l’artista avesse potuto compiere un viaggio spazio-temporale proiettandosi in questo fazzoletto di terra dell’Italia Meridionale, siamo certi che sarebbe rimasto affascinato dalla bellezza degli ulivi secolari appartenenti al Parco Regionale dell’Olivo, motivo di orgoglio per chi ne condivide il territorio e la solennità storica.

Il 16 e il 17 dicembre l’Ente Parco Regionale dell’Olivo di Venafro e la Fondazione Mario Lepore Onlus presenteranno l’undicesima edizione di Venòlea, una manifestazione importante che mira ad esaltare la bellezza del Parco ma soprattutto a promuovere il Paesaggio rurale storico degli olivi di Venafro e a favorire territorio e prodotti, primo fra tutti l’olio di Venafro conosciuto e amato sin dal passato, quando gli antichi romani non potevano che esaltarne le caratteristiche definendolo incomparabile per bontà e profumo con altri oli conosciuti.

Il programma dell’evento, variegato e ricco di interventi interessanti sarà articolato in due giornate: sabato 16 dicembre il Castello Pandone ospiterà il convegno che vedrà alternarsi l’Associazione MolisEvo con Gianluca Ciammetti e Alessandra Capocefalo, assaggiatori professionisti che proporranno rispettivamente un intervento dal titolo “L’olio… il punto di partenza” e il tema “Cenni di storia dell’Olivo di Venafro”. Il Direttore del Castello Pandone, Pierangelo Izzo, definirà tutti gli aspetti riguardanti “Il Castello Pandone baluardo della promozione del territorio”. Anna Maria Angelini, Presidente Parco delle Dune Costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo e Maria Filomena Magli della Giunta esecutiva proporranno l’argomento dal titolo “La conservazione e la promozione del Paesaggio rurale storico degli Olivi monumentali di Puglia” mentre Rosaria Mascio, Presidente del Comitato Tecnico Scientifico del Parco, introdurrà Luca Di Gianfrancesco, Consigliere d’Ambasciata Capo Ufficio VI, Ministero Affari esteri, che presenterà un progetto dalla portata nazionale e internazionale, una vera e propria campagna pubblicitaria nella promozione dell’Italia all’estero.

Infatti, la Direzione Generale per la promozione del sistema Paese del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale ha portato a termine con successo la realizzazione del progetto audiovisivo “Winx Club – La Magia dell’Italia”, una serie animata che è stata presentata alla 53ma edizione del Giffoni Film Festival il 22 luglio scorso i cui otto episodi, tra cui l’avventura ambientata nel Parco Regionale dell’Olivo di Venafro e disponibili in nove lingue (italiano, inglese, francese, spagnolo, portoghese, cinese mandarino, giapponese, coreano e vietnamita), sono stati presentati al pubblico internazionale tramite la rete di Ambasciate, Consolati e Istituti Italiani di Cultura. Dunque, un progetto che promuove nel mondo il Castello Pandone e il Parco Regionale dell’Olivo di Venafro.

Il convegno si avvierà poi verso le conclusioni, curate da Salvatore Micone, Assessore Agricoltura e Foreste della Regione Molise per dare spazio successivamente alla premiazione del vincitore del Premio ‘Venòlea 2023 – Plinius, Oltre il tempo’, un importante riconoscimento dedicato agli oli extravergini di oliva. L’iniziativa “vuole riecheggiare la prima classificazione degli oli della storia di Plinio il Vecchio che individuava l’olio di Venafro come il migliore del mondo antico” e il Premio è istituito “per valutare l’olio che conserva meglio le proprie qualità organolettiche ad un anno dalla spremitura.”

Il giorno 17 dicembre invece il programma prevederà per la mattina una visita guidata “con esempi pratici di gestione dell’Oliveto storico” e l’illustrazione delle migliori pratiche agricole individuate dal ‘Progetto Cross Border Olive per il Parco Regionale dell’Olivo’ con il coordinamento del professore Ferdinando Alterio, agronomo ed esperto di gestione degli oliveti monumentali; durante il pomeriggio, invece, le Associazioni ‘Art & Teka’ e ‘Me.MO Cantieri Culturali’ faranno conoscere ai presenti i segreti e le meraviglie del mosaico attraverso il Laboratorio didattico “Dal muro a secco al mosaico”.

Manifestazioni del genere hanno come prerogativa quella di assecondare la promozione del territorio, di divulgare quegli aspetti storico-culturali volti a definire l’identità di un luogo, di esporne tutte le caratteristiche e fare in modo che se ne possa carpire la bellezza anche al di là dei confini naturali. Manifestazioni come quella raccontata nell’articolo devono anche avere come prerogativa quella di insegnare l’ideale dell’appartenenza e tutto ciò che ne scaturisce, a partire dalla necessità di farsi garanti attivi della salvaguardia del proprio territorio intervenendo, nella maniera concessa ai cittadini, con azioni volte a tutelare e difendere la buona salute dell’ambiente.

Federica Passarelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Pubblicità »

Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci
caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Pubblicità »

caffè, ristorante, centro commerciale, melograni, roccaravindola
Bar Ritrovo Pozzilli punto Lis Gratta e Vinci

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Agrifer Pozzilli
Edilnuova Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
error: