Comune di Isernia, Umberto Di Giacomo entra in Giunta al posto di Domenico Di Baggio

Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande

ISERNIA – Umberto Di Giacomo entra in Giunta al posto di Domenico Di Baggio. Ad annunciare il cambio della guardia è stato, questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, il sindaco Piero Castrataro.

Una notizia che non sorprende più di tanto e, probabilmente, non avrà ripercussioni politiche sulla maggioranza di centro-sinistra che sostiene il sindaco Castrataro. L’ex assessore Domenico Di Baggio, eletto con la lista Isernia Futura, aveva le deleghe alla Polizia Municipale, alla Protezione Civile e al Decoro urbano. Al neo assessore Umberto Di Giacomo, ex Volt, oggi capogruppo di Comunità Attiva, andranno le deleghe: istruzione e politiche educative, servizi per l’infanzia, verde e parchi urbani e decoro urbano. La delega alla Polizia municipale che deteneva Di Baggio la mantiene Castrataro, quella alla Protezione civile è assegnata all’assessore pentastello Vittorio Monaco.

“Con la formazione di una nuova forza politica in Consiglio, quella di Comunità Attiva, c’era la necessità – ha affermato Piero Castrataro – di dare rappresentanza in Giunta e i numeri, diciamo, la Giunta li ha. Quindi era necessario rimuovere, purtroppo, un assessore e, per il meccanismo perverso per cui una assessore non può tornare al suo status di consigliere comunale, è chiaro che esce dall’amministrazione della città.

Voglio ringraziare Domenico Di Baggio per quello che ha stato fatto in questi due anni e mezzo, per gli obiettivi raggiunti e quelli che sono stati iniziati, ma comunque tracciati da lui e, sarà mio compito, e anche dell’amministrazione tutta, portarli a compimento.

Un in bocca al lupo a Umberto di Giacomo per questa nuova avventura. Sono convinto che con il lavoro, come tutti noi, deve e può fare bene. E’ chiaro che, un ringraziamento, va anche al consigliere comunale di Isernia Futura perché esce un assessore di Isernia Futura per un assessore di un’altra lista e questo vuol dire, anche la capacità di fare un passo indietro e di capire che la politica, soprattutto per una città come Isernia, è dare e non avere”.

Castrataro ha inoltre, sottolineato, come il caso dell’ex assessore comunale Francesca Scarabeo sia diverso da quello che oggi vede protagonista oggi Domenico Di Baggio. “I due casi – ha evidenziato Castrataro – sono totalmente diversi, nel caso della dottoressa Scarabeo è mancata la fiducia e quindi, essendo il rapporto tra Sindaco e assessore un rapporto di fiducia, è normale che quello è stato un atto conseguenziale alla mancanza di fiducia.

Nel caso Di Baggio la fiducia non è assolutamente mancata perché l’assessore Di Baggio ha fatto un bellissimo lavoro in questi due anni e mezzo. Questa è – ha concluso Castrataro – una questione prettamente politica per poter dare rappresentanza a un nuovo gruppo. Ed è anche la capacità, dico io, di qualcuno, differentemente dal centrodestra, in questo caso particolare di Isernia Futura, di fare il bene della città, di fare un passo indietro e permettere il governo della città in modo sicuro”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
Edilnuova Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
error: