Medicalizzazione del 118, il sindaco Saia “Agnone non ha vinto, Venafro non ha perso. No ad una guerra tra poveri”

Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
mama caffè bar venafro
Boschi e giardini di Emanuele Grande

AGNONEDal 1° maggio il 118 di Agnone tornerà a essere medicalizzato nelle ore notturne, mentre quello di Venafro sarà demedicalizzato nello stesso orario in ottica di rotazione. È la decisione presa dall’Asrem per rispondere alle esigenze dei cittadini molisani.

“Evidentemente la coperta è troppo corta, – dichiara il sindaco di Agnone Saia – pochi medici in servizio che non riescono a coprire i turni di tutte le postazioni della regione. Agnone non ha vinto, Venafro non ha perso. Perché questa non deve trasformarsi in una guerra tra poveri, bensì in un impegno collettivo per trovare rimedio al vero male della sanità molisana: la carenza di personale.
Ed è su questo tema che l’Amministrazione comunale ha aperto un tavolo di confronto con il direttore generale Di Santo e i vertici dell’azienda sanitaria che, come hanno spiegato ad Agnone nell’incontro del comitato “Il cittadino c’è”, lavorano per far quadrare i conti in un sistema commissariato da 14 anni. Le problematiche si risolvono con dialogo e impegno, sfortunatamente non esiste alcuna bacchetta magica.
Amministrare un ente è ben diverso da protestare ogni giorno, un concetto che probabilmente al consigliere regionale Andrea Greco non è ancora ben chiaro visto che non ha ancora avuto modo di governare nel corso della sua carriera politica. Troppo facile alimentare fuochi con le solite parole provocatorie, troppo facile parlare alla pancia dei cittadini in difficoltà senza avere reali soluzioni in mano. C’è una distinzione netta tra i fatti e le chiacchiere che sfociano spesso nel becero populismo, ma queste ultime le lasciamo volentieri agli altri. Per noi la vera politica è fatta di dialogo e confronto, non di denunce e ricorsi.
Intanto, proprio grazie al dialogo e al confronto che abbiamo aperto con Asrem, il 1° maggio ad Agnone qualcosa cambierà. Ma non può essere questa la soluzione definitiva e, a tal proposito, esprimo la mia vicinanza a tutti i cittadini di Venafro. Per arrivare a una risposta finale che soddisfi davvero tutte le comunità molisane bisogna continuare a lavorare in sinergia, lo faremo insieme alla Conferenza dei Sindaci che riunisce tutti e 136 i primi cittadini molisani”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
Agrifer Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
fabrizio siravo assicurazioni
Esco Fiat Lux Scarabeo
error: