Venafro, ‘Onde di successo’: manifestazione che ha omaggiato le vittorie della squadra di nuoto

venafro, nuoto, onde di successo
Smaltimenti Sud
Boschi e giardini di Emanuele Grande
mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica

VENAFRO – Una festa dello sport che oltre ad onorare i tanti successi della squadra di nuoto  ha celebrato i traguardi storici raggiunti dalla giovanissima campionessa Eleonora Peluso.

La nota inviata in redazione dalla Swim Academy, la Scuola di Nuoto Federale venafrana, contiene tutta la fierezza e  l’entusiasmo provati durante la celebrazione dei successi della squadra di nuoto; nel comunicato gli organizzatori fanno sapere infatti che “nella cornice della piscina della Swim Academy di Venafro, si è svolta, ieri 24 aprile, la manifestazione “Onde di successo” all’insegna dello sport e della celebrazione dei successi ottenuti dalla squadra venafrana di nuoto. L’evento ha rappresentato un’occasione unica per celebrare i trionfi dell’atleta locale Eleonora Peluso, che ha conquistato due medaglie d’oro nei 200 farfalla e nei 400 misti ai Criteria 2024 di Riccione.

Il trionfo di Peluso ha segnato un momento storico per lo sport molisano e venafrano, poiché nessun atleta della regione era mai riuscito a ottenere tale impresa. La sua straordinaria performance ha sollevato entusiasmo e orgoglio tra i presenti, dimostrando il talento e la determinazione che caratterizzano gli atleti della Swim Academy.

Durante l’evento, si è avuta l’opportunità di confrontarsi con le istituzioni locali, rappresentate dal sindaco di Venafro, Alfredo Ricci, e dal presidente della provincia di Isernia, Daniele Saia. L’attenzione si è focalizzata anche sulle politiche legislative volte a promuovere la partecipazione giovanile nell’attività sportiva, con l’intervento dell’Onorevole Lancellotta, che ha sottolineato l’importanza di investire nelle nuove generazioni attraverso lo sport.

Inoltre, è stato affrontato il tema della gestione dell’atleta giovanile, con un focus particolare sull’importanza di un’adeguata supervisione e supporto da parte degli allenatori e degli esperti del settore. Il coach Capobianco, allenatore della nazionale italiana di basket femminile, ha condiviso preziose intuizioni sulla gestione dell’atleta, raccontando aneddoti e sottolineando l’importanza di un approccio olistico che tenga conto non solo delle performance sportive, ma anche del benessere psicofisico dell’atleta sottolineando che anche una regione piccola come il Molise può avere grandi talenti di successo.

La presenza di importanti figure come il presidente della FIN Molise, Amelia Mascioli, ha contribuito a sottolineare l’importanza dell’evento. La Federazione Italiana Nuoto e la stessa Swim Academy hanno voluto omaggiare la giovane atleta venafrana con una targa speciale, riconoscendo il suo eccezionale talento e il suo impegno.

Durante la giornata sono emerse anche prospettive e progetti futuri per lo sviluppo dello sport, con particolare attenzione al nuoto. Antonio Viscovo della Swim Academy ha illustrato le ambiziose progettualità della società, volte a espandere le strutture sportive nella cittadina di Venafro, non solo nel campo del nuoto ma anche in altri ambiti correlati allo sport.

In conclusione, la manifestazione presso la Swim Academy di Venafro è stata non solo un’occasione per celebrare i successi sportivi, ma anche per promuovere la crescita dello sport e l’importanza del coinvolgimento giovanile. L’impegno e la passione dimostrati dagli atleti e dagli organizzatori testimoniano il ruolo fondamentale dello sport nella nostra società, sia come strumento di crescita personale che di coesione sociale.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
Agrifer Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Edilnuova Pozzilli
error: