VENAFRO – Flusso idrico ridotto, non si placano le proteste dei cittadini

mama caffè bar venafro
La Molisana Natale plastica
Boschi e giardini di Emanuele Grande
Smaltimenti Sud

VENAFRO – La riduzione del flusso idrico sta provocando forti disagi ai cittadini che pretendono delle soluzioni.

I venafrani e in particolar modo i residenti del centro storico sono esasperati dalla mancanza di acqua nelle abitazioni. Il flusso idrico oltre che ridotto pare essere il più delle volte inesistente, comportando una serie di problematiche importanti a danno della popolazione. Una questione importante ricollegabile pare alla mancata disponibilità di cassa di Molise Acque che in una nota indirizzata alla Regione ha dichiarato di vantare un credito di dodici milioni di euro dalla Grim (Gestione risorse Idriche Molisane) la società che da un paio di anni gestisce le reti comunali ed emette le bollette di pagamento nei confronti degli utenti finali. In definitiva la Grim, alla quale gli utenti pagano le bollette e il cui incasso dovrebbe essere rigirato dalla società a Molise Acque, non avrebbe corrisposto la cifra necessaria a pagare l’energia elettrica con la quale si riforniscono i serbatoi dei comuni interessati, tra i quali anche Venafro.

Il disservizio però ha generato malumori ed un certo nervosismo tra i cittadini che da venerdì scorso hanno iniziato a fare i conti con la riduzione del flusso idrico o addirittura con la mancanza totale di acqua in casa, una situazione che a ridosso dell’estate non può che generare preoccupazione. I cittadini, a giusta ragione, pretendono delle soluzioni in quanto l’omessa fornitura di acqua potabile genera diversi disagi tra i quali la difficoltà ad attendere all’igiene personale e della casa, all’impossibilità di usare elettrodomestici, insomma di soddisfare esigenze di vita primarie e basilari. La giurisprudenza stessa a tal proposito ha stabilito che tutti i disagi elencati si ripercuotono sul diritto alla qualità della vita determinando un vero e proprio danno esistenziale.

È di ieri mercoledì 15 maggio l’incontro avvenuto a Bojano tra i vertici di Molise Acque e della Grim alla presenza, in videoconferenza, dell’assessore regionale con delega al Sistema idrico integrato, Michele Marone. Il presidente di Molise Acque, Stefano Sabatini, al termine dell’incontro si è detto soddisfatto ed ha annunciato l’attivazione di un tavolo permanente volto a ricercare una soluzione alla diatriba in atto con la società Grim. Il tavolo sarà convocato all’inizio della prossima settimana e ci si augura che non si ispiri ai tanti tavoli tecnici avviati e mai giunti a definizione.

Federica Passarelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico
Aldo Patriciello, Lega, Europee

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Edilnuova Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
Esco Fiat Lux Scarabeo
fabrizio siravo assicurazioni
error: