“Campobasso in cantiere una città vivibile e a prova di futuro”, su questo tema Legambiente ha incontrato i candidati sindaci e consiglieri del capoluogo regionale

Boschi e giardini di Emanuele Grande
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica

CAMPOBASSO – “Campobasso in cantiere una città vivibile e a prova di futuro” è il titolo dell’incontro che si è tenuto nel pomeriggio di ieri, presso lo Spazio Sfuso, organizzato da Legambiente, a cui hanno partecipato Marialuisa Forte e Pino Ruta. Assente Aldo De Benedittis che, per impegni già presi, ha chiesto un incontro successivo.

Ecologia, territorio e vita in comune: questo il sottotitolo dell’iniziativa di ieri per programmata per presentare le proposte dell’associazione ai candidati alla carica di Sindaco di Campobasso e ai candidati consiglieri presenti in sala.

L’incontro è stato introdotto dal Presidente del Circolo Legambiente Paolo Fagliarone che, dopo aver ringraziato i presenti, ha sottolineando “l’importanza di programmare delle politiche che guardino oltre il perimetro cittadino perché Campobasso – ha affermato – è centro di gravità per migliaia di studenti, lavoratori e cittadini bisognosi di cure mediche, servizi finanziari o amministrativi, merci, cultura e divertimento provenienti dai paesi del circondario.”

Dopo aver introdotto l’incontro i due candidati presenti si sono confrontati su tematiche quali la gestione dei rifiuti, i trasporti, la vivibilità urbana e lo spopolamento. Temi cari all’associazione che ha avanzato ai candidati delle proposte riassunte nel documento associativo. Il documento contiene importanti suggerimenti che, se raccolti, possono permettere a Campobasso di migliorare le sue performance nel campo della sostenibilità ambientale. Eccone alcune:

– progettazione del verde urbano quale strumento per la mitigazione degli effetti climatici e per la proliferazione della biodiversità;

– riduzione della quantità pro-capite di rifiuto indifferenziato mandato in discarica dai cittadini di Campobasso;

– collegare le due aree pedonali del Corso Vittorio Emanuele e di Piazza Pepe mediante la pedonalizzazione del breve tratto tra villa Flora e via Pietrunto;

– pianificazione della città a quindici minuti (spostamento a piedi), e potenziamento della rete di trasporto pubblico sottoutilizzata;

– housing sociale o edilizia agevolata per ricostituire le originarie unità di vicinato e garantire la giusta frequentazione della zona del centro storico;

Al contempo i soci del circolo hanno raccolto le idee dei candidati sulla riqualificazione urbana e sugli strumenti urbanistici e finanziari per realizzare i necessari servizi nelle contrade, sulla realizzazione di parcheggi di scambio a supporto delle aree pedonali e sul verde urbano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
Esco Fiat Lux Scarabeo
Edilnuova Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Agrifer Pozzilli
error: