Serie D poule scudetto, il Campobasso è campione d’Italia: travolge 5 a 1 il Trapani

Serie D, poule scudetto, Campobasso, campione d'Italia
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
stampa digitale pubblicità black&barry venafro
La Molisana Natale plastica
Boschi e giardini di Emanuele Grande

SERIE D – Poule scudetto, il Campobasso è Campione d’Italia! Superato per 5 a 1 in finale il Trapani.

CAMPOBASSO (3-4-1-2): Esposito; Pontillo (70’ Lambiase), Gonzalez (K), Bonacchi (55’ Di Filippo); Rasi, Maldonado (VK), Abonckelet (88’ La Selva), Parisi; Lombari (37’ Serra); Di Nardo, Romero (60’ De Cerchio).
A disposizione: Di Donato, Pacillo, Sdaigui, Chrysovergis.
Allenatore: Giovanni PICCIRILLI

TRAPANI (4-2-3-1): Ujkaj; Guerriero, Sabatino, Pino, Bolcano; Palermo (46’ Marisogu), Acquadro
(46’ Convitto); Kragl, Balla (70’ Ba), Sartore (46’ Cocco); Samake (60’ Bollino).
A disposizione: Antonini, Morleo, Gelli, Pipitone.
Allenatore: Alfio TORRISI
Arbitro: Riccardo Tropiano di Bari

Assistenti: Matteo Siracusano di Sulmona e Matteo Franzoni di Lovere
IV Ufficiale di gara: Ciro Aldi di Lanciano
NOTE: Stadio Comunale “Zecchini” di Grosseto, Terreno in ottime condizioni. Spettatori: circa 250 provenienti da Campobasso. Recupero: 2’ nel primo tempo e 3’ nel secondo tempo.
MARCATORI: 7’ e 10’ Romero (Cb), 16’ Rasi (Cb), 22’ e 66’ Di Nardo (Cb), 31’ Kragl (T) (rig.)
AMMONITI: 30’ Esposito (Cb); 47’ Guerriero (T)

GROSSETO – E’ il Campobasso la squadra regina del campionato di serie D per la stagione
2023/2024.

Allo stadio Carlo Zecchini di Grosseto i rossoblù si sono imposti nettamente per 5 a 1 sul Trapani nella finalissima della poule scudetto, grazie alle doppiette di Romero e Di Nardo e al gol di Rasi.
Termina così una stagione intensa e lunga che ha premiato con il titolo di Campione d’Italia un Campobasso che ha scritto una pagina importante della sua storia calcistica.

La partita:
Nel Campobasso mister Piccirilli deve fare a meno di una pedina importante, Grandis, appiedato dal giudice sportivo a causa dell’ammonizione rimediata nel corso della semifinale di ritorno contro la Cavese. Per il resto, con la rosa al completo, l’allenatore molisano opta per un 3-4-1-2 inserendo dal primo minuto Abocnkelet a centrocampo e l’ex di turno Gonzalez a coordinare la difesa. In avanti Lombari viene schierato alle spalle della coppia d’attacco composta da Di Nardo e Romero.

Anche per mister Torrisi rosa quasi al completo e imbottita di attaccanti, tanto da creare problemi di abbondanza al tecnico dei siciliani che, alla fine, rinuncia in partenza a Convitto e Cocco e schiera un attacco da paura con Kragl, Balla, Sartore e Samake, tutti giocatori di categoria superiore.

Fa caldo a Grosseto, ma il Campobasso non si risparmia, parte subito forte e impone un ritmo che mette in difficoltà i siciliani che già al 2’ rischiano di capitolare quando Parisi riceve palla da Di Nardo e calcia a colpo sicuro in porta colpendo un palo clamoroso.

Gli uomini di Piccirilli sono scatenati, non concedono spazi agli avversari e il duo di centrocampo, composto da Maldonado e Abonckelet, rende fluida l’impostazione smistando il gioco sulle fasce dove Rasi e Parisi sembrano in ottima forma. E proprio dal piede di Parisi parte al 7’ un traversone in area per Romero che con una splendida girata di destro trova l’angolino alla sinistra di Ujkaj per il vantaggio rossoblù.

Passano appena 3 minuti e il centravanti del Campobasso regala ai suoi tifosi un’altra perla, questa volta girando di testa in fondo al sacco un ottimo traversone proveniente dal sinistro di Rasi.

Il Trapani è tramortito, non riesce a reagire e al 16’ capitola per la terza volta. È Rasi che questa volta, dopo aver ricevuto palla da Lombari, si mette in proprio e con un sinistro preciso e potente supera un incolpevole Ujkaj.

Per assistere alla prima conclusione dei siciliani bisogna attendere il 18’ quando Acquadro ci prova dal limite ma trova sulla sua strada un attento Esposito che devia in angolo.

Al 22’ c’è gloria anche per un ispirato Di Nardo che, aiutato anche da un po’ di fortuna, trova il gol del 4 a 0.

Torrisi scuote i suoi, vuole una reazione con la speranza di poter rimettere in piedi una partita che sembra già ampiamente compromessa dopo appena 25’.

E viene accontentato al 31’ da Kragl che trasforma un calcio di rigore concesso senza esitazioni dall’arbitro per un intervento scomposto di Esposito su un avversario in piena area di rigore.

Ma è solo un lampo perché il Campobasso continua ad essere padrone del campo e al 39’ sfiora anche il gol del 5 a 1 ancora con Rasi il cui sinistro questa volta si stampa sul palo.

Termina così un primo tempo pazzesco del Campobasso, apparso solido in tutti i reparti e mai in sofferenza contro una squadra, il Trapani, che ha dominato il suo girone di serie D totalizzando 94 punti senza mai perdere una sola partita.

Al ritorno in campo, le due squadre offrono ancora tanto spettacolo.

Torrisi lascia negli spogliati Palermo, Acquadro e Sartore e inserisce Cocco, Marisogu e Covitto, irrobustendo il reparto offensivo che ora conta ben 4 attaccanti di peso e qualità.

E i risultati si vedono già al 46’ quando il solito Kragl di sinistro colpisce il palo.

Il Campobasso non commette l’errore di abbassare il baricentro per gestire il risultato e con Di Nardo, che al 50’ impegna alla deviazione in angolo Ujkaj, fa capire che è sempre pronto a far male.

La partita è entusiasmante, degna di una finale di alto livello, e offre continui capovolgimenti di fronte, con il Trapani che prova in tutti i modi ad accorciare le distanze. Ma le conclusioni di Cocco al 52’ e di Balla al 62’ non impensieriscono più di tanto Esposito.

Impensierisce invece la ripartenza spettacolare di Abonckelet che al 66’ conquista di forza un pallone nella sua tre quarti di campo, salta con classe due avversari, mette in movimento De Cerchio che appoggia per Di Nardo bravissimo a controllare, rientrare al centro e indirizzare la palla alla sinistra di Ujkaj per il 5 a 1 che mette il punto sulla partita.

Con una prestazione straordinaria il Campobasso rifila 5 gol ad un Trapani che in tutta la stagione ne aveva incassati solo 15 senza subire nessuna sconfitta. E questo la dice tutta sulla grandissima prestazione dei rossoblù che hanno conquistato meritatamente lo scudetto dei dilettanti al termine di una stagione entusiasmante che rimarrà impressa negli annali del calcio molisano e nazionale.

Luca Marracino

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

momà
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

momà
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

Agrifer Pozzilli
Bar il Centrale Venafro
Edilnuova Pozzilli
fabrizio siravo assicurazioni
Esco Fiat Lux Scarabeo
error: