Venafro, rifiuti abbandonati: rafforzati gli interventi e sanzionati i responsabili

Venafro, rifiuti abbandonati, sanzionati
Boschi e giardini di Emanuele Grande
mama caffè bar venafro
Smaltimenti Sud
La Molisana Natale plastica
stampa digitale pubblicità black&barry venafro

VENAFRO – L’emergenza rifiuti non si arresta: rafforzati gli interventi e sanzionati i responsabili.

L’annosa questione dei rifiuti continua a destare interesse e preoccupazione, avendo perennemente i riflettori puntati contro a causa degli ormai soliti noti che si beffano dell’ambiente calpestando il buon senso civico e con esso un’intera comunità.

In un post su facebook il primo cittadino Alfredo Ricci ha dato libero sfogo ad una denuncia sacrosanta contro i responsabili di quelle situazioni incresciose che continuano a contaminare le strade della piccola città, in particolare Viale Cesare Augusto, luogo più volte menzionato nel post come mondezzaio a cielo aperto del quale si usufruisce contravvenendo alle puntuali regole disposte per una corretta raccolta differenziata.

Nella sua invettiva contro i responsabili di atti che possono definirsi vandalici, il sindaco scrive che “nel giro di due giorni abbiamo dovuto effettuare due interventi (a pagamento) per rimuovere i rifiuti abbandonati in quest’area. I responsabili dei nuovi abbandoni di mercoledì sono stati individuati e sanzionati grazie a un intervento sinergico tra ditta e polizia municipale. Ma di sanzioni analoghe ne sono state elevate altre in passato, attuando l’impulso specifico proveniente dall’Amministrazione”. Il post di Ricci è corredato da foto utili a dare contezza della situazione che ormai da tempo si propaga nell’area ed egli sottolinea che le immagini pubblicate sono “solo un esempio di quelle che da un po’ di tempo si registrano in varie zone della città. Rifiuti abbandonati, che siamo costretti a ritirare a pagamento, e nel giro di pochi giorni ci si ritrova punto e a capo con nuovi abbandoni” e continua affermando che “tutto ciò non ha senso, l’immondizia viene ritirata a casa, davvero non ha senso quindi commettere queste nefandezze per il territorio, che offendono il decoro, aumentano i rischi per la sicurezza, in estate creano anche ulteriori disagi in termini di cattivi odori, comportano esborsi per il Comune per potere raccogliere i sacchetti abbandonati. Venafro è un esempio virtuoso, ha ormai una percentuale di raccolta differenziata stabilizzata intorno al 70%, mentre nel 2020 (prima che iniziasse il porta a porta) era ad appena il 17%.  Non si può continuare quindi all’infinito, a pagare con i soldi dei cittadini seri e onesti per ritirare i rifiuti abbandonati. In questi giorni stiamo intervenendo sull’intero territorio comunale con i ritiri straordinari degli abbandoni e stiamo trovando situazioni davvero assurde e vergognose. Tutto questo a causa di soggetti che voglio definire incivili per usare una parola “cordiale”, ma di cui mi vergogno che siano concittadini”. La battaglia naturalmente non si arresta e infatti il sindaco promette che si andrà avanti “con le sanzioni nei limiti delle possibilità organizzative, e anzi stiamo studiando ulteriori modalità e strumenti per intensificare l’attività sanzionatoria. Tuttavia, chiediamo la collaborazione dei molti cittadini, quelli veri perché seri, onesti e civili. Aiutateci a controllare il territorio, monitorate, fateci sapere anche informazioni che possano aiutarci a individuare questa gentaglia. Non è una battaglia semplice da condurre, ma insieme possiamo vincerla, e l’Amministrazione è fortemente determinata a farlo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Facebooktwittermail

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

momà
Colacem Sesto Campano

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

Fascicolo Sanitario Elettronico »

Fascicolo Sanitario Elettronico

PUBBLICITA’ »

Colacem Sesto Campano
momà

resta aggiornato »

WhatsApp Molise Network

seguici »

Facebooktwitteryoutubeinstagram

aziende in molise »

fabrizio siravo assicurazioni
Bar il Centrale Venafro
Esco Fiat Lux Scarabeo
Agrifer Pozzilli
Edilnuova Pozzilli
error: